Pippo Settimo: “Tanta amarezza per la finale persa … con il Ragusa” .

Un cammino sempre vincente fatto di tre vittorie, con 11 gol realizzati e due subite fino all’epilogo amaro della finalissima persa con un rigore dubbio con il Ragusa. Stiamo parlando della Rappresentativa Allievi Provinciali che ha partecipato all’ottava edizione del Torneo “P.P. Brucato” con la fase finale disputata Siracusa .
Un’esperienza che ha lasciato l’amaro in bocca come ci ha dichiarato il selezionatore messinese – Pippo Settimo – molta amarezza per come abbiamo perso la finale con il Ragusa,  dopo aver vinto alla grande 4 a 0 la semifinale con il Trapani,   un rigore inesistente ed un gol regolarissimo annullato ci hanno fatto perdere 1a finale che meritavamo di vincere.”

La compagine messinese era arrivata alla finale vincendo nettamente le due gare di qualificazioni: 4-2 al Comitato di Barcellona, 3-0 al Catania. Nella fase finale la schiacciante vittoria (4-0) sul Trapani, poi l’amarezza della finale. Al di là del risultato finale, la rappresentativa messinese ha espresso un ottimo gioco, un gruppo compatto ed omogeneo come dimostrano la varietà delle marcature: 3 Giove, 2 Doddis e Portovenero, 1 Sparacino, De Salvo, Gitto  e Alessio mettendo in mostra ragazzi interessanti.

Ancora una volta il calcio giovanile messinese si è dimostrato di valore tecnico importante?Abbiamo un gruppo molto interessante, la soddisfazione  è tanta, abbiamo ricevuto consensi in tutte le partite, tra le tante anche quelle del tecnico della rappresentativa regionale Stefano Aiello, questo ci ripaga del nostro lavoro e la dedizione dei ragazzi”.

Rispetto alle passate edizioni il livello del calcio siciliano è cresciuto, ci sono dei giovani che possono puntare a categorie importanti? “Sicuramente si, la grande soddisfazione è quella di avere ben sette giocatori della rappresentativa di messina convocati nella regionale , un evento storico per il calcio messinese.”

Il merito è di tutto il movimento dalla Figc, alle Società: rispetto al passato cosa è cambiato nel nostro comprensorio? “Sicuramente il merito è di tutti , e colgo l’occasione per ringraziare il Presidente della delegazione di Messina – Mario Tamà – per la fiducia accordatami e  le Società  per la collaborazione data ed in particolare ringrazio Franco Rao  e Salvino Riga  che mi sono stati vicini ed il mitico sig. Antonino Billè  dirigente della federazione. Rispetto al passato  è cambiata la mentalità da dilettantistica a professionistica cioè fare le cose per bene con programmazione e senza improvvisare con allenatori seri e preparati.”

Fra qualche settimana è in programma il Torneo delle Regioni, come vedi la Sicilia? “Un’ottima squadra tutto lo staff sta facendo un gran lavoro e sicuramente farà bene”

Negli ultimi anni sei stato alla guida delle squadre giovanili messinesi: il futuro cosa prevede? “Non lo so per ora sono molto amareggiato per il modo in cui abbiamo perso la finale e poi la scelta dipende sempre dai vertici della delegazione di Messina.”

Ritornerai a fare il direttore sportivo? Credo di si è un ruolo che mi piace fare molto e sopratutto l’amicizia che mi lega con molti giocatori e dirigenti mi porta a rimanere sempre nel calcio.”

Le ultime esperienze Atletico Ripsoto e Sporinsieme: la prossima il Furci? “Tutto potrebbe essere possibile. Una società che mi piace che ha un grande Presidente e dei dirigenti seri”.

Nei prossimi mesi sapremo il futuro di Pippo Settimo che noi ringraziamo per la sua gentile disponibilità.