Che derby: il Furci con l’ex Leopardi vince (1-0) sul campo del Nizza.

Con un gol dell’ex Felice Leopardi in chiusura del primo tempo il Furci si aggiudica il derby di ritorno contro la Mediterranea Nizza che ci ha messo tutto quello che aveva per portare a casa un risultato utile in chiave salvezza fra le mura amiche, ma non è stata abbastanza cinica per sfruttare le occasioni avute per pareggiare nella ripresa, quando il Furci è rimasto in nove per le espulsioni di Tomasello e Cerrito. Al 54’ è Di Blasi a farsi parare il tiro dal dischetto da Barbera, poi l’espulsione di Bellinghieri ristabilisce un pò l’equilibrio numerico in campo ed è Principato a graziare la sua ex squadra facendosi parare il tiro a tu per tu con Panarello; all’ 89’ è la traversa ha stoppato il pallonetto di Oro che poteva dare il pareggio al Nizza.
Non è certo stata una gara bella da vedere: campo piccolo, gioco troppo frammentato, scontri durissimi, hanno condito una derby che non ha certo entusiasmato sotto il profilo del gioco e dello spettacolo. Ma l’importanza della posta in palio non lasciava certo spazio a frizzi e fronzoli, con il Nizza che occupa la terzultima posizione in classifica e un Furci che, dopo la vittoria del Santa Teresa sul Ghibellina, deve il più possibile non perdere contatto col terzo posto della zona play-off. Un derby un duro e spigoloso all’inverosimile che ha avuto un esito positivo e che premia un Furci che ha saputo all’occorrenza anche soffrire. Ma questa di campionato è una parentesi che lascia subito il posto all’importantissimo impegno infrasettimanale di mercoledì, con la gara di andata di Coppa Sicilia che vedrà opposto il Furci al Luigi Papandrea all’Atletico Militello.

La gara: Prima azione furcese con l’ex di turno Principato dalla sinistra mette al centro per il tap in di Proteggente, il pallone ha attraversato al linea di fondo e l’arbitro fischia l’irregolarità. All’8’ è ancora il Furci a uscire bene su calcio d’angolo e il pallone lungo che Beccaria stoppa a destra è poi servito in un assist al centro per Principato che però calcia al lato da fuori area. Pericolosi i padroni di casa al 14’: su un calcio di punizione scodellato in area dalla tre quarti, Di Blasi sbuca fra i difensori furcesi ma a pochi passi da Barbera alza sulla traversa. Al 21’ è ancora Barbera a dover uscire con i piedi fuori area sul lanciatissimo Bellinghieri.  Al 27’ è Beccaria a mettere al centro un calcio di punizione da sinistra e trova solo in area Proteggente, che spara al volo ma incontra la grande risposta d’istinto di Panarello.

Il gol partita: Al 44’  Cerrito a destra a inventarsi il suggerimento giusto: il suo taglio è perfetto sul secondo palo dove sbuca il liberissimo Leopardi che fa scendere il pallone e con una perfetta conclusione al volo mette alle spalle di Panarello, mandando il Furci in vantaggio al riposo.

La ripresa vede subito in avanti la Mediterranea Nizza al 47’ mette a dura prova la retroguardia furcese con Bellinghieri che dalla destra per poco non mette dentro un pallone insidioso che la difesa ribatte. Al 54’ ancora padroni di casa alla conclusione  con Barbera attento in tuffo sul diagonale di Oro.

Il rigore fallito dal Nizza: Al 59’ il guizzante Bellinghieri ad essere fermato in area da Lo Re che tocca il pallone nel suo intervento in scivolata, ma per l’arbitro ci sono gli estremi del rigore e Di Blasi si presenta sul dischetto per il duello con Barbera: il portiere rimane fermo fino alla fine e con un intervento in due tempi fa sua la sfera.

Il Furci rimane in nove: Al 60’ il gioco viene interrotto per diversi minuti per una diatriba fuori dal terreno di gioco, con Tomasello che si fa espellere dall’arbitro guadagnando anzi tempo la via degli spogliatoi. Alla ripresa del gioco è Cerrito e rimediare il secondo giallo lasciando i suoi addirittura in nove uomini.

Al 70’  è Di Blasi a provarci su calcio di punizione, ma la sua palombella aggira la barriera ma finisce al lato sotto stretto controllo di Barbera.  All’ 75’ è Oro a lasciar partire un ottimo tiro dal limite che esce di pochissimo sulla sinistra di Barbera. Risponde Beccaria con una prodezza balistica da lontano a mettere paura a Panarello, che vede uscire il pallone sopra la traversa di pochissimi.

Il Furci fallisce il 2-0: All’79’ Beccaria lancia dalla sua metà campo un pallone verso Principato che uno contro uno con Lisci, vede il suo avversario inciampare e cadere, liberandol a tu per tu con Panarello in uscita che però gli strozza in gola la gioia del gol con un intervento provvidenziale.

Traversa del Nizza: Al 86’ azione tambureggiante del Nizza che conclude prima con Egitto, stoppato in uscita da Barbera, poi sulla respinta il pallonetto di Oro si stampa sulla traversa con Lo Re che prova una difficile respinta di testa sul pallone altissimo.

Sette minuti di recupero: un tiro di Zanino alto, ed una pericolosa conclusione di Di Blasi in area ribattuta da Coledi, il Nizza non riesce a produrre e i furcesi riescono con tanta sofferenza a portare a casa l’intera posta..

Mediterranea Nizza   0    Furci  1

Marcatore: 44’ Leopardi Mediterranea Nizza: Panarello G., Lisci, Arcerito (46’ Egitto), Gregorio (61’ Repici), Zanino, Panarello A., Bellinghieri, Oro, Di Blasi, Codraro, Omettere (78’ Sesto). All: Mimmo Ucchino. Asd Furci: Barbera, Spadaro, Tomasello M., Cerrito, Lo Re, Coledi, Proteggente, Leopardi(50’ D’Agostino), Principato(89’ Carpillo), Beccaria, Crementi (77’ Maimone). All: Giuseppe Ciatto.
Espulsi: 60’ Tomasello, 65’ Cerrito e 75’ Bellinghieri per doppia ammonizione.
Arbitro: Alfio Salemi di Acireale