Tragedia a Marsala: il custode si suicidia all’interno dello stadio.

Suicidio all’interno dello stadio municipale di Marsala, in provincia di Trapani. Il nipote del custode dell’impianto, di 36 anni, si è tolto la vita all’interno della struttura, impiccandosi. Il corpo senza vita è stato trovato dallo zio nei magazzini. Accanto al corpo un biglietto indirizzato ai familiari, il cui contenuto non è stato reso noto.
Sul  posto la Polizia e il medico legale che non hanno potuto far altro che constatare il decesso. Secondo alcune testimonianze, l’ultima volta che l’uomo è stato visto in vita sarebbe stata proprio questa mattina intorno alle 8. Numerose persone incredule e commosse sono accorse, appresa la notizia, allo stadio municipale.  L’uomo lavorava all’interno dell’impianto come custode.
Nel pomeriggio si è svolta regolarmente la gara del campionato di Eccellenza Marsala – Akragas, bello aver visto che poco prima dell´inizio della gara Marco Fina ed altri due persone sono andati a posare un cuscino di fiori nella zona della lavanderia dello stadio dove è stato compiuto il drammatico gesto.  Mimmo Marceca non c´è più, il trentaseienne genero di Gaspare Pellegrino ha deciso di farla finita.