Iervolino e Grioli mettono sotto il Furci che si rialza con Crementi e Beccaria.

Iervolino e Grioli portano per ben due volte in vantaggio la Desport, Crementi e Beccaria riacciuffano il risultato per il Furci. Alla fine dei 90’ la gara si conclude sul punteggio di 2 a 2. Una gara ben giocata dagli ospiti che, contro un avversario con una linea difensiva verde (4 juniores), vanno due volte in vantaggio ma poi subiscono il ritorno della squadra di casa che agguanta un pareggio che comunque esprime con realismo i valori espressi in campo in questa gara.
Un Gaggi spavaldo e molto sciolto a centrocampo che ha spesso cercato la via verso la porta di Barbera, sia con il gioco che, all’occorrenza, con lunghe verticalizzazioni. Un pareggio che divide equamente la posta in palio, ma che sostanzialmente serve più alla Desport Gaggi, ormai sempre più accomodata in zone tranquille della classifica, che al Furci che vede allontanarsi sempre più il terzo posto, con il Santa Teresa ora a sette punti dopo la vittoria sul campo della Robur di Letojanni.
Attenuanti per il Furci sono le tantissime assenze che hanno praticamente decimato il reparto difensivo, ma sarebbe ingiusto caricare di responsabilità un solo reparto, in una giornata in cui neanche gli altri settori non hanno particolarmente brillato, nonostante la buona volontà e l’impegno profusi. Questo senza togliere i giusti meriti al Gaggi che dopo aver messo a dura prova la tenuta della capolista, la settimana scorsa, è venuta a prendersi un ottimo punto a Furci.

La gara: Nel Furci assenti gli squalificati Marco Tomasello e Felice Leopardi, oltre ai febbricitanti Lo Re e Coledi . Ed è il Furci ad essere pericoloso per primo all’8’, quando è Carpillo da sinistra a mettere in mezzo un tiro cross che trova a centro area Principato che arriva come un missile ma invece di incornare di testa cerca lo stop di petto e si allunga troppo il pallone. Al 13’ è Loiacono a involarsi verso la porta su una verticalizzazione, ma l’arbitro ravvisa un fuorigioco sul quale gi ospiti hanno molto da ridire. Due minuti dopo ancora Iervolino a raccogliere fuori area una respinta della difesa e scagliare una conclusione che sorvola di pochissimo la traversa. Il Furci si fa vivo con Beccaria che al 24’ serve al centro Principato che si gira ma spara altissimo.

Il Gaggi passa in vantaggio: Al 27’ è Campo a calibrare un preciso lancio in profondità per Iervolino che coglie i due centrali troppo il linea e li prende in controtempo in velocità presentandosi a tu per tu con Barbera che non arriva sul preciso rasoterra del capitano ospite.

La reazione furcese: Al 36’ è Crementi a conquistarsi una punizione dal limite, posizione invitante per Beccaria che calcia una palombella che sbuca sopra la barriera e per poco non inganna Paladino sul suo palo; decisiva la deviazione d’istinto del portiere per salvare la propria porta.

Il pareggio furcese: Al 40’ è Proteggente  a proporsi con decisione e andare al cross, traiettoria che taglia tutta l’area e arriva sul secondo palo dove è appostato Crementi che al volo fulmina Paladino.

La ripresa vede il Furci subito in avanti Principato da sinistra appoggia per Crementi al centro la cui bordata dal limite è ribattuta; l’azione prosegue e il pallone arriva sui piedi di Proteggente che mette al centro un pallone insidioso sul quale nessuno è in posizione per arrivare.

Il raddoppio del Gaggi: siamo al 54’ il Gaggi gestisce un pallone sulla destra e sul lungo traversone Spadaro e Barbera non si intendono; il difensore salta e spizzica un pallone che non sembrava alla sua portata, mentre il portiere si apprestava a bloccare il pallone in uscita; tra i due litiganti il terzo a godere è Grigoli che si trova tutto solo nelle condizioni di battere a rete e realizzare la rete del nuovo vantaggio.

La reazione furcese che porta al rigore: pronta la reazione dei padroni di casa con Crementi, lanciato dentro l’area da Beccaria, a sparare sui piedi di Paladino la palla del possibile pareggio lampo. Al 57’ Carpillo punta Pafumi dalla sinistra ed entrato in area finisce a terra strattonato per un po’ per la maglietta, con il direttore di gara che indica il dischetto, si presenta Beccaria che spiazza Paladino mettendo nel carniere il gol del pareggio.

Al 72’ è il Furci ad essere pericoloso su un calcio d’angolo battuto dalla sinistra da Beccaria, ma Burgio appostato sul secondo palo manca il tempo della conclusione e il pericolo sfuma. Il Gaggi risponde con un lancio in profondità per Loiacono, sul quale Barbera deve uscire di piede. Finale gaggese con Vaccaro che serve per il tiro Manitta, con la conclusione un po’ centrale neutralizzata in presa da Barbera. Al 40’ ancora Barbera deve sbrogliare una difficile situazione quando deve uscire fuori area di testa per fermare il lanciatissimo Loiacono. Puntuale arriva il triplice fischio finale che pone fine alla contesa.

Furci   2    Desport Gaggi  2.

Marcatori: 27’ Iervolino, 40’ Crementi, 54’ Grigoli, 57’ Beccaria. Furci: Barbera, Spadaro, Proteggente (70’ Ciraolo), D’Agostino, Tomasello, Burgio, Crementi, Maimone, Principato, Beccaria, Carpillo (60’ Fleri). All: Giuseppe Ciatto. Desport Gaggi: Paladino, Pafumi, Grigoli, Barresi, Brunetto, Manitta Gianluca, Sturiale (80’ Imbiscuso), Costanzo (65’ Vaccaro), Loiacono, Iervolino, Campo. All: Orazio Sapienza. Arbitro: Bucolo.