Loris Di Blasi: la forza del Team Scaletta è il “gruppo”.

Il mestiere di un attaccante professionista o dilettanti o solo per passione, è certamente fare gol. Una sensazione indescrivibile che viene espressa in diversi modi, l’importante è gioire ed ricevere l’abbraccio dei propri compagni, ma soprattutto fare felice i propri tifosi.
Tutto ciò sta accadendo ad un giocatore con un passato da categorie superiori, ma in questa stagione ha deciso di indossare la casacca del Team Scaletta, compagine che attualmente in testa al campionato di Terza Categoria – Girone B – del Comitato di Messina: stiamo parlando di Loris Di Blasi, classe 1990 cresciuto nel settore giovanile del Garden Sport e Giardini  fino ad esordire in prima squadra.
Loris Di Blasi, capocannoniere del Girone con 24 gol, è sceso di categoria insieme a tanti forti giocatori dello Scaletta  con l’obiettivo di portare nelle categorie superiori la squadra del Team Scaletta con un gruppo fantastico che lui definisce: come una famiglia. Alle spalle campionati di Promozione (Itala e Giardini), di Prima Categoria (Itala), di Seconda Categoria (Sabaudia), in questa stagione allo Scaletta nel campionato di Terza Categoria: Loris come ti sembra questo campionato? “il campionato di quest’anno mi sembra di un livello medio, comunque sicuramente piu’ alto di quelli che ho avuto modo di vedere negli anni passati”.

Il Team Scaletta sembrava lanciato verso la promozione, la sconfitta di domenica tutto è di nuovo in gioco? “Diciamo che il vantaggio accumulato nel girone d’andata piano piano si sta assottigliando e siamo ormai a solo +4 dalla seconda della classe. La squadra ha tutte le carte in regola per lottare fino alla fine e puntare alla promozione diretta,dopo un girone d’andata disputato ad altissimi livelli. ma la strada è ancora lunga e non sono concesse ulteriori distrazioni”.

Nel girone di andata la rivale era l’Ali’ Terme, nel ritorno si fa minaccioso l’Atletico Messina? “L’Alì Terme è stata è rimane un’ottima squadra anche se ormai parecchio distanziata da noi in classifica. L’Atletico Messina dalla sua si è rinforzato parecchio ed ha costruito un gruppo forte tecnicamente e mentalmente, sicuramente in grado di tenerci testa fino alla fine.”

Una squadra forte in tutti reparti, il leader dello Scaletta chi è ? “Il leader dello Scaletta è senza dubbio IL GRUPPO!quello che ci ha permesso di arrivare fino a qui e di ottenere certi risultati. Solo con un gruppo affiatato si costruiscono certi successi e si raggiungono determinati traguardi,quindi direi senza remore che il nostro “leader”è il gruppo.”

Tu sei attaccante, cosa daresti per segnare il gol -promozione? Ovviamente a chi lo dedicheresti? “Il goal per un attaccante è il pane quotidiano, perciò è sempre importante e stimolante segnare. E’ il mio mestiere! naturalmente segnare il goal promozione vale piu’di una qualsiasi altra rete. Non avrei particolari dediche da fare se non ai miei compagni ed ai tifosi!ovvero le persone che piu’mi hanno sostenuto è creduto in me.”
Il Team Scaletta ha un attacco mitraglia, numeri da record? “Sull’attacco mitraglia ed i numeri da record ci siamo..”

Il gol più bello del campionato? Il difensore che ti ha messo più in difficoltà? “Il goal piu’bello della stagione  quello messo a segno la settimana scorsa in casa del Fiumedinisi con una rovesciata. Fare un nome in particolare riguardo ai difensori piu’forti che ho incontrato in questo campionato è molto difficoltoso, poichè me ne sono trovati tanti di fronte, riuscendo comunque a segnare contro tutte le squadre”.