Principato fa volare il Furci nei play-off: battuto in rimonta 2-1 il Pellegrino.

A sette minuti dalla fine il Furci aggancia il treno play-off: dagli undici metri il bomber Davide Principato mette a segno la rete che vale un’intera stagione, la disputa della semifinale contro la terza forza del torneo il Ghibellina sul sintetico di Mili Marina.
La compagine del Presidente – Danilo Arena – alla fine raggiunge con una certa fatica il traguardo minimo della stagione la qualificazione ai play-off, obiettivo raggiunto in rimonta, come è stata l’ultima gara di campionato in quel di Monforte San Giorgio con la compagine di casa del Pellegrino che fa tremare i furcesi a metà del primo tempo quando mette a segno il gol del vantaggio con La Macchia bravo a sfruttare al massimo un lungo lancio dalle retrovie buca il duo Coledi-D’Agostino che si fanno sorprendere, con un tocco preciso anticipa l’uscita di Barbera con la sfera che va a gonfiare la porta ospite.

La gara si mette in salita per i ragazzi di mister Peppe Ciatto che reagiscono prontamente al 37’ con Ciraolo ben servito da un spiovente di Beccaria, agganciato il pallone con Trimarchi in uscita lo supera con un vincente pallonetto. Recuperato il risultato, i furcesi non sembrano brillanti pur attaccando sprecano molto in fase conclusiva, come al 75’ quando l’arbitro concede un calcio di rigore per fallo su Davide Principato: sul dischetto lo specialista Peppe Beccaria si fa deviare la conclusione dall’attento Trimarchi. Doccia fredda per i furcesi che vedono all’orizzonte lo spettro dell’eliminazione dai play-off.
Nonostante l’errore i furcesi non demordono, soprattutto Beccaria che cerca in tutti i modi di farsi perdonare l’errore dal dischetto, proprio la sua voglia di riscatto porta all’azione che determina il secondo rigore in favore dei giallorossi per fallo di un difensore locale ai danni dello stesso Beccaria. Siamo al 83’ si ripresenta la ghiotta occasione per gli ospiti di portarsi in vantaggio: un rigore che vale una stagione, chi si assume la responsabilità dopo l’errore di Beccaria? Non poteva essere se non lui: l’attaccante Davide Principato. Undici metri per volare o per rimanere a  terra. Uno dei protagonisti della stagione furcese, decide che il Furci deve volare mandando il pallone alle spalle di Trimarchi per il vantaggio che vale un posto nei play-off con il Ghibellina.

Pellegrino  1    Furci  2

Marcatori: 30’ La Macchia, 37’ Ciraolo, 83’ Principato su rigore. Pellegrino: Trimarchi, Catalfamo, Di Mariano, Cannistrà, Di Natale, Giorgianni A. (50’ Stracuzzi), La Macchia, Giorgianni G., Iarrera, Mitili, Cicciarello. All: Giuseppe La Rocca.
Furci: Barbera, D’Agostino, Tomasello M., Cerrito, Lo Re, Coledi (58’ A. Tomasello), Proteggente, Ciraolo (64’ Carpillo), Principato, Beccaria, Crementi. All: Giuseppe Ciatto. Arbitro: Orazio Costantino di Barcellona.