1^ Cat. Play-Out: Il Messina Sud vince, la Med. Nizza retrocede. Decide Romeo.

La linea verde giallorossa del Messina Sud vince il proprio “scudetto” espugnando il Comunale di Nizza, grazie alla rete ad inizio ripresa di Romeo che regala la permanenza in Prima Categoria condannando alla retrocessione la Mediterranea Nizza del Presidente Orlando.
Il Messina Sud vince la decisiva gara play-out che vale un’intera stagione:  lo fa al termine di una partita ben giocata in maniera anche coraggiosa nella giornata più difficile visto le tantissime assenze, e qui bisogna dare i giusti meriti al mister Giacobbe coraggioso a schierare una formazione di ragazzini impostando una partita all’ arma bianca sempre avanti a cercare il gol. Delusione per il Nizza amaro ritorno in Seconda Categoria con pochi alibi squadra con poche idee che non ha tirato mai in porta e che può reclamare solo per un gol annullato a di Blasi per un dubbio fuorigioco.

Gli schieramenti: Un pomeriggio caldo mister Mimmo Ucchino schiera il Nizza con il 3-5-2 mentre Salvatore Giacobbe schiera un 4-2-3-1 con Simone D’ Angelo (cl ‘97) schierato al centro della difesa, Freni spostato sulla destra a garantire maggiore spinta, in totale 8 juniores nella formazione titolare con l‘aggiunta di Ghartey Goffredo e Freni (entrambi cl. ‘92) con Cutaia (cl. ‘90) a fare da nonno.

La cronaca: Fin dalle prime battute le due squadre ci mettono grande aggressività, quella del Messina Sud è suffragata dall’ottima tecnica dei suoi componenti che così facendo mettono sovente in difficoltà i padroni di casa con i tagli di Cutaia, gli affondi di Zouhri con Romeo che crea parecchi problemi guadagnando numerose punizioni che creano seri pericoli all’ esperto Panarello. La Mediterranea Nizza si fa viva con un’ assist di testa dell’ eterno Di Blasi non seguito da nessuno. Si arriva all’ intervallo con il punteggio ad occhiali che va bene ai padroni di casa che hanno il vantaggio di due risultati su tre.

La ripresa inizia con il Messina Sud che sostituisce l’ infortunato Cutaia con Santoro (cl. ‘95) ad abbassare ulteriormente l’ età media dell’ undici del Presidente Lillo Trimarchi. Mister Giacobbe  sposta Zouhri sulla fascia destra il Nizza va in apnea,  Bellinghieri letteralmente soffocato da Tuzza e Bertuccelli. L’attaccante Pietro Di Blasi stoppato da Micari e D’ Angelo.

Gol – salvezza: Al 55’ Romeo riceve palla sulla tre quarti parte in progressione dribbla due difensori e dal limite dell’area fa secco Panarello con un fendente a fil di palo. Il vantaggio da nuova linfa al Messina Sud che continua ad attaccare sfiorando il raddoppio con Vita, Romeo e Tuzza che graziano Panarello. Il raddoppio non arriva, allora mister Giacobbe pensa a cautelarsi facendo entrare Cassalia (incredibile a dirsi un cl. ‘96) difensore per l’esausto Zouhri un esterno d’attacco, passando al 3-5-1-1 che è stato la morte del Nizza rimasto imbrigliato nella ragnatela del Messina Sud. Gli ultimi minuti pieni di tensione vedono Micari che viene colpito da una pietra in testa lanciata dal solito imbecille di turno, il tentativo di aggressione al guardalinee da parte di qualche facinoroso ed il triplice fischio dell’ ottimo arbitro Contraffatto di Catania.

Naturalmente grande festa negli spogliatoi per la salvezza conquistata conil Presidente Lillo Trimarchi a mangiarsi con gli occhi i propri ragazzini e ringraziare i vecchietti (visto il contesto lo sono malgrado siano giovani) grandi assenti per infortunio Aiello, Utano, Simone Trimarchi ed Irrera presenti in tribuna a gioire insieme ai compagni.

Sull’altro fronte l’amarezza di una retrocessione frutto di una stagione non certamente positiva che ha portato dopo diversi anni la Mediterannea Nizza a lasciare la Prima Categoria.