Campionati Italiani: Lido di fermo applaude il passaggio del Supermarecross.

Una bella giornata di sole ha accolto il passaggio del Supermarecross sulla spiaggia di Lido di Fermo. Le gare, tutte emozionanti, hanno sancito il successo anche di questo terzo appuntamento dei Campionati Internazionali d’Italia su sabbia disputati su una pista spettacolare realizzata per l’occasione dal Moto Club Monterosato. Il giro di boa del campionato ha riservato grande spettacolo e agonismo sportivo di alto livello, il pubblico numerosissimo assiepato lungo il lido ha incitato e applaudito i protagonisti che non si sono risparmiati in ogni fase di gara. Le manche disputate tutte nel pomeriggio si sono susseguite senza interruzione fino alla attesa gara della Supercampione.

La cronaca del Minicross è ricca di colpi di scena: a partire in testa in gara 1 è Del Coco ma Scuteri lo attacca fin dall’inizio prendendo poi il comando con autorità fino alla bandiera a scacchi. Intanto Lugana riesce a passare Del Coco transitando sotto il traguardo secondo. Santapaola, mentre era quarto, ha un problema alla frizione che gli fa perdere l’equilibrio, cade proprio all’ultimo giro con la conseguente perdita di diverse posizioni. Nella seconda manche parte al comando Scuteri. I ragazzini del Minicross si destreggiano bene nell’insidiosa pista ormai piena di buche e canali, mentre il leader provvisorio, Scuteri, incappa in una caduta, prima che si rialzi passa un po’ di tempo così né approfittano gli inseguitori. Il pugliese Del Coco, molto veloce e determinato, prende il comando fino alla bandiera a scacchi aggiudicandosi gara 2, alle sue spalle secondo chiude Paolo Lugana. Zanotti per problemi tecnici è costretto al ritiro. La classifica assoluta di giornata vede così la vittoria di Matteo Del Coco, seconda posizione di Paolo Lugana, terzo Emilio Scuteri, quarto Gabriel Dell’Orletta.

L’ottavo di litro vede al via un velocissimo Joakin Furbetta, alle sue spalle il pilota di Francavilla Angelo Fabbri, ma Alessandro Lentini guida velocissimo sin dalle prime battute e si porta al comando. Intanto il canadese Tinkler Walker inizia ad aumentare il ritmo, prima passa Furbetta poi Lentini e si colloca in testa alla gara vincendo la prima manche. Tropepe è partito male dando vita ad una bella rimonta fino alla quarta posizione. Il secondo via vive sin da subito su fasi concitate: contatto alla prima curva tra alcuni piloti ma è Tinkler Walker ha districarsi tra il nugolo di avversari andando al comando, testa della corsa che terrà per tutta la manche sino alla bandiera a scacchi. La seconda posizione sarà ad appannaggio di Giuseppe Tropepe, terzo l’ottimo Thomas Marini, quarto Joakin Furbetta. L’assoluta di giornata vede la vittoria di Kade Tinkler Walker (Suzuki-Team Castellari), seconda posizione per Giuseppe Tropepe (KTM-Team Maida Offroad), terza per Alessandro Lentini (KTM-Scuderia Milani), quarto Joakin Furbetta, quinto Thomas Marini.

Il podio della 125

Il podio della Minicross Junior

Davvero avvincente la prima frazione della MX2 con Giovanni Bertuccelli che schizza fuori dal gruppo come scagliato da una fionda, Zeni, Mancuso e Recchia sono indiavolati alle sue spalle. Zeni guida forte e va a prendere le redini della corsa, aumenta poi il suo vantaggio sugli inseguitori, alle sue spalle Bertuccelli, Recchia e Mancuso si danno battaglia, intanto Moroni sta risalendo. Ultimi giri al cardiopalma con Zeni, nonostante il vantaggio, che incappa in una caduta, Mancuso inanella giri velocissimi sulle profonde buche, passa al comando e taglia il traguardo per primo. La classifica tarda ad uscire, il direttore di gara e alcuni commissari di percorso si annotano un paio di numeri, forse la foga della manche concitata, forse una distrazione, fatto sta che vengono puniti Mancuso e Zeni per non aver rallentato sotto regime di bandiera gialla infliggendo loro la retrocessione di cinque posizioni dalla classifica di manche.

Una partenza della 125

Marco Maddii

Esce la classifica definitiva di questa gara 1 con la vittoria di Bertuccelli, secondo Moroni, terzo Recchia, quarto Muratori. Al via della seconda gara parte bene Mancuso, alle sue spalle c’è Moroni, appena un giro e Moroni passa al comando, Mancuso incappa in una caduta perdendo diverse posizioni e deve iniziare tutto da capo. Zeni si ritrova secondo, Bertuccelli è partito malissimo ma inizia a rimontare, sorpassa anche Recchia e i due iniziano ad abbassare i tempi sul giro. Al quinto giro Giovanni Bertuccelli prende il comando della situazione alle sue spalle, vicinissimo, Nicola Recchia e fino alla bandiera a scacchi saranno questi due piloti a strappare gli applausi del pubblico, terzo giunge Mancuso, quarto Moroni. La classifica assoluta di giornata vede la vittoria di Giovanni Bertuccelli (Honda-Pardi Racing), seconda posizione per Nicola Recchia (Sherco-Team Sherco), terza posizione per Luca Moroni (KTM-Team Cevolani Racing).

La MX1 vede al primo start la fulminea partenza di Marco Maddii che vincerà questa manche senza intoppi, in seconda posizione si piazza il neozelandese Doeksen, compagno di squadra di Maddii, terzo Danilo Amodeo, alle loro spalle chiudono nell’ordine Luca Milani e Giuseppe Marafioti. Marco Maddii domina anche la seconda manche dal primo all’ultimo giro. Parte male Doeksen che deve rimboccarsi le maniche per rimontare, alle spalle di Maddii nelle prime fasi di gara c’è Danilo Amodeo e Matteo Mario. Doeksen intanto rimonta e passa in seconda posizione restandoci fino alla bandiera a scacchi, terzo chiude Amodeo, quarto un ottimo Buso autore anche lui di una caparbia rimonta. Vittoria assoluta per la tabella rossa del campionato Marco Maddii (KTM-Maddii Racing), seconda posizione per il compagno di squadra Joel Doeksen KTM-Maddii Racing), terza posizione per Danilo Amodeo (Yamaha-Scoccia Racing).

Come si era visto nella tappa d’apertura di Bibione, a Lido di Fermo sono tornati di scena i quad con il Trofeo Supermare Quadcross. Nella prima manche è Andrea Cesari ha partire come un razzo, il giovane pilota è velocissimo, mentre Nicola Montalbini partito un po’ indietro si dà da fare nei sorpassi e riesce a raggiungere la giovane promessa fino a sorprenderlo con un sorpassarlo da manuale che gli consente di vincere la gara, terza posizione per Filippo Rondinini. In gara 2 è ancora Cesari il più veloce allo start seguito da Rondinini e Ciceri, Montalbini è in fondo al gruppo ma alla fine del primo giro ha già rimontato fino alla terza posizione poi al quarto giro passa al comando per rimanervi fino alla bandiera a scacchi, seconda posizione per Andrea Cesari, terzo Filippo Rondinini, quarto Ciceri. Stesso ordine per la classifica assoluta di giornata.

SUPERCAMPIONE

Bertuccelli rimane fermo al cancello, molla la frizione in anticipo e rimane bloccato, con difficoltà riesce ad indietreggiare si sblocca ma gli avversari hanno preso il largo. Il messinese si supera dando vita ad una rimonta disperata e spettacolare, da lì a pochi giri è già alle spalle dei suoi temibili avversari, arriva alle spalle di Mancuso, ad inizio rettilineo staccano appaiati e impostano la curva si toccano Bertuccelli cade, si rialza ed è di nuovo all’inseguimento. Intanto là davanti i piloti della MX1 sembrano avvantaggiati ma non sarà così. Il ritmo di Mancuso, Zeni, Bertuccelli e company è impressionante. Mancuso sente il sapore della vittoria e spinge forte vincendo la gara più attesa della giornata. Alle sue spalle i sorpassi fanno divertire il pubblico, secondo si piazza un’altra MX2, quella di Zeni, terzo conclude Maddii, quarto Bertuccelli, mentre il miglior pilota su 125 sarà Alessandro Lentini.

La giornata si conclude con il podio che vede la presenza di sponsor, autorità ed un protagonista marchigiano del cross d’altri tempi, Franco Perfini. I piloti si susseguono sul podio tra gli applausi del pubblico ancora assiepato che chiude una giornata di motocross spettacolare e divertente, caratteristiche principali che decretano il successo di questo campionato su sabbia.

Ora il Supermarecross ha concluso la prima fase stagionale ed andrà in “letargo” fino ad autunno. Riprenderà il suo cammino con la tappa di Viareggio il 20 ottobre, per poi chiudere con il doppio appuntamento di Palmi e Giardini Naxos.

Antonio Mancuso

Matteo Del Coco

Una partenza della 125

Marco Maddii

Il podio della 125

Il podio della Minicross Junior

Il podio del Trofeo Supermare Quadcross

Il podio della Minicross Senior

I premiati della MX1

Il podio della MX2