Gioventù Furcese conosce il primo boccone amaro: un grande Bottari fa volare la Stella S. Leone.

Dopo tanta attesa inizia il campionato di terza categoria del neo presidente La Cava, nonostante il protrarsi delle iscrizioni la data fissata è stata rispettata egregiamente. Sabato al comunale di Itala si è disputato l’incontro tra Stella San Leone 2011 una neo squadra del messinese che disputa le partite casalinghe ad Itala e la Gioventù Furcese.
E’ finita 5-4 per la Stella San Leone, al termine di una gara ricca di emozioni e bei gol, al triplice fischio finale è la squadra del bomber Bottari ad avere la meglio grazie a una compattezza di gioco ottimale e sfruttando qualche indecisione di troppo degli ospiti.

Primo Tempo: La Gioventù furcese che inizia con fraseggi di ottima fattura e si porta in vantaggio grazie ad un magistrale inserimento di Fabio Mento che con un diagonale chirurgico batte il portiere casalingo. Sembra iniziare bene il campionato per i ragazzi di mister Carmelo Cacciola, invece, i messinesi si riorganizzano, al 22′ arriva il pareggio:  volata sulla fascia sinistra da parte di G. Mangano che con un micidiale sinistro supera Burgio.
Si aspetta la reazione della Gioventù , assist di Randisi per Di Blasi che si vede negare, grazie ad un intervento importante del portiere, la gioia del gol.  Prima del riposDa questo momento sale in cattedra il bomber Bottari che negli ultimi 10′  fa doppietta e porta il risultato sul 3 a 1.

Secondo tempo: Forte del suo vantaggio la Stella San Leone gestisce la gara  ma  nulla può al capolavoro balistico di Giliberto, il gol più bello della giornata, che porta il risultato sul 3 a 2. La Gioventù crede nella rimonata, le compagini si allungano ma il solito Bottari in mischia in area segna il 4 a 2.  Brutto colpo per la Gioventù che ha la grande occasione per accorciare le distanze: incursione di Mento che viene messo giù con l’arbitro che indica il dischetto, rigore un po’ eccessivo, si incarica Ponzio che lo tira alto.

Davide Ponzio si riscatta qualche minuto dopo su una punizione imparabile sotto l’incrocio ed è 4 a 3. La squadra di mister Cacciola tenta il tutto per tutto ma in un contropiede l arbitro decreta il rigore per i padroni di casa, eccessivo anche questo, trasformato da M.Ucchino che porta sul 5 a 3 il risultato. Nel forcing finale gli ospiti con Marco Caminiti sfruttano un’ indecisione in area ed è 5 a 4, ma subito dopo arriva il  triplice fischio finale del sig.Giuseppe Mattace Raso di Messina
Vittoria meritata per il San Leone, direzione arbitrale poco chiara, ma nel complesso non influisce nel risultato finale ,i due rigori concessi molto dubbi , un rigore negato al San Leone e un gol in sospetto fuorigioco per i padroni di casa
Di Giuseppe Carpo.