La tappa di Supermarecross di Giardini decreta i primi campioni

La doppia tappa al sud ha confermato l’alta spettacolarità di questi avvincenti Campionati Internazionali d’Italia su sabbia. Le gare di Palmi e Giardini Naxos hanno regalato una cornice degna di un mondiale con un pubblico di migliaia di spettatori assiepato lungo i tracciati.
Le piste si sono rilevate belle e ben realizzate, il Moto Club T. Rex per la gara di Palmi era alla sua prima esperienza e il Moto Club New Taormina, supercollaudato sodalizio per quanto riguarda Giardini Naxos, hanno lavorato con grande impegno realizzando due appuntamenti memorabili. Il sole e il clima estivo ha reso le giornate davvero piacevoli, i piloti in pista hanno completato l’opera con gare combattute e spettacolari, un vero successo.

Durante le due tappe appena disputate si è potuto assistere a mitiche battaglie tra i due siciliani, entrambi di Messina, Giovanni Bertuccelli (Honda-Pardi Racing) e Antonio Mancuso (Hondas-SRS Racing) che nelle sei manche totali disputate (compreso la Supercampione) hanno infiammato il pubblico presente con una guida ed una velocità sulla sabbia impressionante. Dopo la vittoria di Mancuso a Palmi, a Giardini è stato Bertuccelli il protagonista indiscusso, Giovanni è uscito da queste due gare con già in tasca il titolo di Campione Supermarecross della MX2.

Nella MX1 Marco Maddii (KTM-Maddii Racing) ha conquistato il titolo anche lui in questa doppia trasferta al sud, quindi con una gara d’anticipo sulla finale di stagione, guidando sempre al comando in ogni frazione fino alla bandiera a scacchi, dimostrando quest’anno di non avere avversari. In questa classe si è potuto assistere anche ad una bella lotta, a suon di sorpassi, tra Danilo Amodeo e Manfredi Caruso.

A Viareggio, per l’ultima prova in programma, invece ci sarà da godersi una bella sfida nella categoria Minicross dove regna l’incertezza sul risultato finale tra due protagonisti: Del Coco e Scuteri; altri due piloti che hanno dato vita a manche fantastiche e che hanno scalzato dalla testa della classifica di campionato Paolo Lugana, assente alla doppia trasferta, che ora si ritrova in terza posizione ed ormai tagliato fuori per la lotta al vertice. Davvero ad armi pari la lotta tra i due giovani “pilotini” che in questo doppio appuntamento hanno incamerato lo stesso punteggio e gli stessi piazzamenti: a Palmi ha vinto Del Coco a pari punti con un secondo ed un primo posto, stessa sorte vittoriosa per Scuteri a Giardini Naxos.

Così come nella 125 è guerra aperta! La classifica vede ora in testa Alessandro Lentini (KTM-Scuderia Milani) che si è portato al comando della classifica provvisoria scalzando Kade Tinkler Walker (Suzuki-Team Castellari) che non si è presentato a questo doppio appuntamento. A Palmi si è però rivisto Giuseppe Tropepe che con due spettacolari vittorie è tornato alla ribalta del Supermarecross, lasciando a Lentini un doppio secondo posto.
Peccato però che Tropepe sia stato protagonista in negativo nella gara siciliana dove un doppio zero, causa la rottura della moto durante il primo giro di gara 1, non gli ha permesso di dimostrare il proprio potenziale. Onore dunque al primato di Lentini che dopo un secondo posto in gara 1, si è ripreso quella vittoria che gli mancava nella seconda e conclusiva frazione, affermazione che l’ha proiettato in testa alla classica. Da segnalare il pesante infortunio di Aldo Dotti che dopo la vittoria di gara 1, a Giardini Naxos, nel corso della seconda manche è caduto malamente riportando la frattura del femore. A lui vanno tutti gli auguri di pronta guarigione.