Serie C: La Mia Nasket cerca conferme sul campo della Virtus Trapani.

Ripartire dalla prestazione incoraggiante della scorsa settimana contro il Cocuzza San Filippo del Mela. E’ l’obiettivo che si è posta la Mia Basket Messina in vista del prossimo impegno stagionale, il quinto del torneo di serie C Regionale, contro la Virtus Trapani. Al PalaVirtus (palla a due sabato alle ore 19; arbitri i sigg. Savoca di Bagheria e Calandra di Palermo) i ragazzi allenati da Massimo Sigillo cercheranno di invertire la rotta, che li ha visti uscire sempre sconfitti in questo primo mese di campionato ed ottenere al contempo i primi due punti in classifica.
Come detto, la squadra è reduce da una prestazione positiva nel derby contro il quotato Cocuzza che non ha avuto vita facile nella gara giocata al PalaTracuzzi, confronto nel quale l’intero organico del presidente Salvatore Germanà ha offerto buoni spunti, come dimostrato dalle individualità dei giovani Andrea Gulletta, Marabello e Cordaro oltre alle cifre prodotte dai soliti Bellomo, Casile e Cucinotta. Avversario di turno sarà la compagine trapanese che precede di soli due punti in graduatoria la Mia grazie al successo ottenuto a Messina in casa dell’Amatori, arrivato grazie ad un canestro di Perrone proprio sul suono della sirena.
Trapani è una squadra che, come la Mia, punta sulla valorizzazione dei giovani locali e che per questo promette di dar vita ad un confronto equilibrato, molto importante in ottica salvezza. La squadra allenata da Nino Colomba poggia su diverse conferme di atleti cresciuti nel vivaio granata e con diversi innesti provenienti dall’altra società di punta del territorio, la Pallacanestro Trapani con la quale giocano in doppio tesseramento. Da sottolineare le individualità di Massa, Asta, Bellomo e Felice che settimanalmente risultano tra i top scorer del roster giallo blu.
Il coach dei peloritani Massimo Sigillo sta preparando meticolosamente la gara: ‘’Ci prepariamo a vivere una partita dura, tra due squadre agguerrite, che si assomigliano tra loro per molte voci statistiche. Per scelta societaria infatti sia noi che loro puntiamo forte sui ragazzi giovani che nel corso di questi anni si sono già incontrati più volte anche a livello giovanile.
A differenza nostra la Virtus Trapani ha la fortuna di poter far allenare i ragazzi più meritevoli con la Pallacanestro Trapani, squadra di serie A2, un’esperienza importante che fa maturare significativamente i più giovani. Siamo comunque due compagini simili che vivono di un rendimento altalenante, loro hanno conquistato la prima vittoria a Messina contro l’Amatori segnando il canestro del successo proprio allo scadere. E’ stata quella una partita nella quale pur senza impressionare hanno meritato”.

Sui temi tattici l’esperto coach peloritano sta dedicando grande attenzione alla fase difensiva: ‘’Ci stiamo applicando molto sul lavoro nella nostra metà campo, stando attenti sui cambi e le rotazioni difensive. Ho visto la mia squadra in crescita nel match col Cocuzza rispetto a quello con l’Agatirno, al termine del quale avevo esternato tutta la mia delusione. Se eliminiamo alcune pause mentali possiamo dire la nostra. Speriamo quindi di aver intrapreso la strada giusta e di non smarrirla in un momento così importante del campionato’’.