Tre pali, due traverse, un gol negato: alla fine la Jonica pareggia (1-1) con l’Aci Catena.

Continua il periodo nero della Jonica in questo campionato di Prima Categoria, anche in quel di Aci Catena, questa volta a fermare il rilancio della compagine allenata da mister Enzo Filoramo non sono gli avversari, bensì tre pali , due traverse, dulcis in fundis un gol di Frazzica non visto dal direttore di gara.

In questa stregata partita della Jonica, al primo errore viene punita da un colpo di testa di Barbagallo. Il pareggio arriva con un altro colpo di testa di Filiciotto (nella foto) che rimette il risultato sul punteggio di 1-1.

La gara: Gli uomini di Filoramo sin dai primi minuti di gioco si sono resi pericolosi, colpendo un palo con Vincenzo Di Bella. Qualche minuto più tardi anche a Briguglio il palo negava la gioia del gol.
L’episodio più discusso del match è capitato alla metà del primo tempo quando il solito Frazzica portava in vantaggio la squadra ospite, ma incredibilmente il direttore di gara non si accorgeva di nulla; infatti il pallone varcava abbondantemente la linea di porta, infrangendosi sul palo di sostegno della porta e tornando in campo.

Dopo il danno anche la beffa; con il gol dell’Acicatena, Fontanot crossa dalla sinistra e Potenza scivola quel tanto che basta per perdere il suo netto anticipo sul cross, il portiere recupera la posizione eretta in tempo per contrastare il colpo di testa di Barbagallo che ha un rimpallo favorevole e manda il pallone beffardo alle spalle del portiere avversario. La reazione degli Jonici non si è fatta attendere, è ancora un legno a impedire il gol, stavolta è toccato a Frazzica colpire la traversa.

Nel secondo tempo la “musica” non cambiava, e la sfortuna perseguitava ancora la Jonica, che riusciva ad agguantare il pareggio solo nel finale, grazie a Filiciotto che di testa realizzava il suo primo gol stagionale sugli sviluppi di una punizione calciata da Briguglio. In precedenza da registrare il palo colpito da Herasymenko. Al novantacinquesimo minuto Leo ha l’occasione di portare in vantaggio i santateresini, ma colpisce il palo interno.