Serie C: Impresa del Siac Messina (3-2) alla vice-capolista Merì.

Al Palarescifina è la SIAC Messina a far festa. La squadra allenata da Grasso è riuscita, inaspettatamente, a compiere l’impresa che sembrava, sulla carta, impossibile. Invece, i bianco-azzurri, hanno vinto perche ci hanno creduto più del Merì e principalmente perché hanno messo più cuore e grinta. Tutti corrono, tutti si sacrificano, tutti uniti per compiere il “miracolo”. Il Merì presentatosi da capolista dura solo un tempo, sempre costretto a inseguire.

Primo Tempo: Sin dalle prime battute i padroni di casa fanno capire che non sarà una partita facile e si rendono pericolosi con il tiro insidioso di Grasso che chiama alla parata il portiere ospite. Il Merì, invece, prova a portarsi in vantaggio con alcune incursioni tutte fermate da Passeri. Al 16’ sono i bianco-azzurri a portarsi in vantaggio con Roberto D’Emilio che insacca da pochi passi.
Vantaggio che dura solo qualche minuto, il Merì trova il pareggio con Emanuele Accetta che, grazie alla complicità di Miserendino, spiazza Passeri e ripristina le distanza. Neanche il tempo di festeggiare che la SIAC si riporta in vantaggio con la rete di Abate, ma ancora una volta i padroni di casa si fanno rimontare con il tiro libero di Emanuele Accetta che sigla la sua personale doppietta.

Secondo tempo: I ritmi rimangono alti, continue le ripartenze delle due squadre che non si accontentano del pareggio. Il Palarescifina deve decretare il vincitore. Al 2’ sale in cattedra Miserendino che, con tanta aggressività, ruba palla al diretto avversario e la ceda a Grasso, tiro debole. Pericolo scampato, Crisafulli prova a rendersi pericoloso con un tiro dalla distanza che Passeri para senza problemi. Al 14’ arriva il vantaggio della SIAC targato Abate, abile ad infilare l’estremo difensore ospite dal vertice sinistro, non basta l’intuizione del portiere, la palla finisce in rete.
I bianco-azzurri continuano ad attaccare in cerca del gol della sicurezza, mentre ogni possibile ripartenza del Merì viene bloccata sul nascere, si combatte soprattutto a centro campo. Al 20’ Grasso serve Abate, il tiro di prima intenzione finisce di poco a lato. L’ultima occasione è ancora per la SIAC con la conclusione di Roberto D’Emilio che si spegne sull’esterno della rete. Dopo un minuto di recupero esplode la festa. Il fanalino di coda SIAC batte l’ormai ex-capolista Merì 3-2.

Il prossimo turno, prevede l’incontro Sporting Viagrande-Asd SIAC. La gara, valevole per l’undicesima giornata del campionato, girone C, di serie C2 Ca5 si disputerà presso il campo “CABINA ELETTRICA” di Viagrande (CT), sabato 30 novembre (ore 16) .

ASD SIAC MESSINA-ASD MERI’: 3-2 (2-2)

Marcatori: 16’pt D’Emilio R. (S); 25’, 30’pt Accetta E. (M); 27’pt, 14’st Abate (S).
Asd SIAC Messina: Passeri, Pispicia, Grasso (K), D’Emilio R. (VK), Abate, Russo, Colavita, Visconti, De Salvo, Zoccali, Miserendino, Capizzuto. All. Grasso.
Asd Merì: Mirabile (K), Rizzo, Crisafulli (VK), La Spada, Genovese, Maimone, Accetta E. Briguglio, Coppolino, Sacco, Pellegrino, Accetta S. All. Genovese.
Arbitro: Paolo Lorenzo Ferrara di Catania.
Ammoni: Grasso (S), Genovese (M).
Espulsi: nessuno.