Serie C: Un Milazzo in saluti si conferma prima della classe. La Mia Basket dura solo un tempo.

Non riesce l’impresa di violare il campo della battistrada Minibasket Milazzo alla Mia Basket che, pur giocando una gara generosa, esce sonoramente sconfitta per 82-51. I mamertini del presidente Principato si sono così riscattati dopo la sconfitta con l’FP Sport riprendendo il discorso parzialmente interrotto con l’alta classifica. La Mia è consapevole che non sono queste le partite dove provare a fare punti e guarda ai prossimi impegni che concluderanno un girone d’andata con poche gioie.
Milazzo scende in campo con un quintetto molto fisico ed esperto formato da Toto, Barbera (sarà il mattatore dell’incontro con 32 punti), la stella Li Vecchi al primo vero impegno dal rientro all’attività agonistica, Scilipoti e La Spada. La Mia di coach Sigillo risponde con i due play Bellomo e Bonfiglio, Cucinotta, Cordaro e Marabello.
Primo Quarto: L’avvio di gara è combattuto, le due squadre si fronteggiano a viso aperto ed i peloritnai mettonoa anche la testa avanti sul 5-4, poi esce il potenziale di Milazzo con l’ex Cocuzza Barbera che regala quattro punti di vanataggio ai suoi (11-7). Li Vecchi non fa la comparsa e segna due tiri liberi prima della prima tripla di Bellomo. La guardia ex Vis è incontenibile nell’uno contro uno ed insieme alla precisione da fuori di Toto regala ai locali il primo vantaggio in doppia cifra (24-14). Nel finale di primo quarto la Mia gioca la carta della difesa a zona ma Milazzo riesce a bucarla col canestro finale dell’incontenibile Barbera, già in doppia cifra. Il quarto finisce sul punteggio di 29-18 col neo entrato Minutoli che muove il tabellino di Messina.
Secondo Quarto: Nel secondo periodo la musica non cambia, l’esterno del Minibasket è inarrestabile e i compagni lo cercano con grande continuità, Milazzo vola sul più sedici (35-19) nonostante il primo canestro del più esperto della Mia, Bonfiglio. Sigillo chiede una riscossa ottenendo come risposta un bel gioco da tre punti di Davide Gulletta. Il punteggio s’abbassa, le squadre commettono tanti errori e gli arbitri spezzettano molto il gioco fischiando ripetute infrazioni di passi. Cinque punti di Bellomo (anche lui in doppia cifra con 11 punti) riportano la Mia sotto di undici, 38-27, prima che Milazzo chiuda un parzialino di 4-0 firmato Barbera e Toto, autentici leader in campo. Il 41-27 fotografa al meglio l’andamento dei primi venti minuti di gioco.

//

Terzo Quarto: La Mia dopo un buon inizio ed essere ricacciata indietro, con orgoglio si è rifatta sotto giocando a viso aperto sul campo di una delle corazzate del girone. Purtroppo per la Mia le note liete finiscono qui, infatti nel secondo tempo ci sarà una sola squadra in campo, Milazzo che con un break di 25-10 metterà la parola fine alla gara. La Mia si schiera a zona, l’esperto Coppolino s’iscrive a referto con una tripla cui risponde Cordaro con cinque punti consecutivi (46-32). Barbera però non si ferma e fa da prologo alle due triple di Li Vecchi che spingono Milazzo oltre i venti punti di vantaggio. L’ex Nazionale e Pallacanestro Messina è preciso anche a cronometro fermo e trascina Milazzo sul più venticinque (60-35). La Mia si disunisce, Sigillo manda in panchina Bellomo che non rienterà più mentre Scilipoti e Barbera chiudono un quarto dominato dai bianchi di casa, l’ultimo canestro è però realizzato da Alessandro Gulletta che rende meno amro il passivo fissandolo sul 66-37 al 30’.

Ultimo Quarto: è buono solo per le statistiche, in casa ospite si mette in luce il frizzante Postorino che segnerà sette punti incuneandosi nella retroguardia mamertina. Per Milazzo segnano prima Italiano, poi i giovanissimi Spanò e Colosi ed infine Amendolia che esaltano il pubblico di casa regalando il massimo vantaggio della serata sul 79-39 (break di 13-2). Per la Mia questo è il momento peggiore, la reazione arriva grazie ad un contro parziale di 12-0 firmato Minutoli, i due Gulletta e Postorino.
Nel finale c’è il tempo per gli ultimi due canestri di Amendolia e La Spada. Il finale è 82-51, Milazzo si conferma infallibile in casa, la Mia Basket vede interrompersi il buon momento di forma dopo la vittoria con Paceco. La squadra del presidente germanà è già proiettata ai prossimi impegni per chiudere nel migliore dei modi il girone d’andata ed il 2013.
A fine gara diretto il commento di coach Sigillo: “Dobbiamo imparare da queste partite disputate contro avversari così preparati che si possono perdere senza peccare d’ingenuità. Bisogna saper giocare di squadra, evitando personalismi che poco hanno a che vedere col nostro sistema di gioco. In difesa eravamo deconcentrati, perdendo spesso l’uomo che segnava dal lato di propria competenza. Giocheremo l’ultima d’andata contro Cefalù prima di affrontare il girone di ritorno che spero ci riservi qualche gioia in più. Siamo concentrati anche ai campionati under 17 e 19, due campionati dove la società vuole ben figurare, sfruttando l’esperienza maturata dai ragazzi con la prima squadra”.

Milazzo-Mia Basket 82-51

Milazzo: Spanò 2, Barbera 32, Toto 9, Scilipoti 6, Amato 3, Li Vecchi 15, Midili, Coppolino 5, La Spada 2, Colosi 2, Italiano 2, Amendolia 4. All. Lucifero
Mia Basket: Bellomo 11, Bonfiglio 4, Cordaro 7, Minutoli 4, Cucinotta 6, Marabello 2, Gulletta D. 6, Calarco, Gulletta A. 4, Postorino 7, Mazzullo. All: Sigillo
Arbitri: Centorrino e Perrone