Il Sindaco Cateno De Luca fa autogol sulla gestione del campo di calcio: la Jonica si sente offesa “annullata” la serata di festa del 13 Dicembre.


Riceviamo e Pubblichiamo un comunicato stampa inviatoci dalla Società Jonica Football Club compagine che milita nel campionato di Prima Categoria.

La missiva riguarda ad alcune dichiarazioni dette dal primo cittadino santaterisino Cateno De Luca riguardo la gestione del campo di calcio. Il tutto nasce dal fatto che la dirigenza della Jonica in settimana aveva fatto presente all’amministrazione comunale della situazione “debitoria” della Società Sportinsieme non in regola con i pagamenti previsti nella convenzione, al riguarda intenzione della Società era quella di non fare giocare la squadra nella gara casalinga in programma Domenica 8 Dicembre. Da qui la risposta del primo cittadino, mentre lo Sportinsieme ha giocato regolarmente la gara di campionato. Di tutta questa vicenda la Società della Jonica si sente offesa spiegando le proprie ragioni in un comunicato stampa che noi riportiamo in maniera integrale
AL SIG. SINDACO DEL COMUNE DI S.TERESA DI RIVA

Oggetto: GESTIONE CAMPO DI CALCIO COMUNALE

Abbiamo pensato se fosse il caso rispondere alle parole “poco mature “del Sindaco , scritte forse in uno eccessivo slancio di giovinezza e coinvolgimento nell’utilizzo di un sistema di informazione giovane anche come storia e riservato a chi molte volte non riesce o non vuole affrontare a viso aperto problematiche importanti che andrebbero invece risolte seduti ad un tavolo e non soltanto a parole ma con fatti concreti.

//

Alla fine, come società e nella volontà di ogni singolo componente, abbiamo deciso che fosse giusto rispondere al Sig. Sindaco non soltanto come dovere morale, che lo stesso ha tentato di macchiare con una leggerezza che lascia sgomenti, ma anche con la chiara intenzione di informare chi non conosce la storia nella realtà dei fatti e che naturalmente , servendosi di un sistema di informazione “giovane “ e quindi privo di storia , risponde per istinto e favorevolmente con il classico “mi piace”, appoggiando quello che in quel momento sembrerebbe il paladino a difesa del debole, ma il sistema di informazione suddetto, oltre ad essere “giovane “ è anche virtuale , ed è quindi talmente facile confondere la realtà con la finzione ma è anche utile a chi come si suol dire “ a cunta comu voli “…

Rispondiamo quindi , ma con un sistema aperto a tutti coloro che , non servendosi di strumenti tecnologici avanzati , non sanno , non sapranno e non potranno mai distinguere la realtà dalla finzione.

PREMESSA

Con questo comunicato, la JONICA F.C. , intende solo e soltanto far conoscere la storia e la realtà , premettendo prima di ogni cosa che, essendo una società che lo sport oltre a farlo lo insegna , è naturale conseguenza che a nessuno mai sarebbe venuto in mente di impedire ,a chi fa sport , di continuare a farlo, senza bisogno di termini come “SOLIDARIETÀ , TOLLERANZA o FRATELLANZA “ già insiti nella definizione di “SPORT” .

L’unica cosa che non riusciremo mai a spiegare ai giovani e a tutta la cittadinanza di S.Teresa Di Riva , perché neanche noi riusciamo a comprenderne il senso, è come, una amministrazione comunale possa immaginare di tassare anche lo sport , facendo pagare le società per utilizzare le strutture sportive già insufficienti e povere di tutto, ipotizzandone addirittura e con estrema convinzione, attività lucrative e redditizie . Questo può avere solo una risposta :
sconoscere la realtà e vivere in un mondo “ virtuale”.
Ci chiediamo : ma quando capiremo cosa fare da grandi ?

LA STORIA

È doveroso , per ordine di cronaca e per fare ben comprendere alla cittadinanza il senso del “NON SENSO”, il modo e la ragione di come alla Jonica F.C , sia stato “ CHIESTO” di prendere la gestione del comunale di Bucalo.

Nel 2012, l’amministrazione comunale di S.Teresa di Riva , decide che le strutture sportive (ma è una definizione esagerata e offensiva per lo sport) dovevano essere date in affidamento tramite gara e che la società aggiudicataria avrebbe dovuto corrispondere un importo pari a € 2.000,00 da versare in 2 rate semestrali, oltre ad una cauzione pari a € 1.000,00 da versare in unica soluzione.

A nulla sono valse i tanti e animati tentativi di dissuadere l’amministrazione nella folle iniziativa intrapresa, evidenziando le difficoltà economiche con le quali le società sportive si confrontano e a quale rischio di sopravvivenza siano le stesse sottoposte, oltretutto senza MAI ricevere sostegno dalle varie amministrazioni che negli anni si sono susseguite sperperando vergognosamente le poche risorse riservate alle attività sportive della città di S.Teresa, che pur tanto impegno e attività sociale svolgono con la propria presenza.

In data 10.12.2012.. vengono presentate, all’ufficio tecnico del comune 2 offerte , consegnate dall’allora ASD S.Teresa Calcio e dall’ASD Sportinsieme. Fatalità volle che entrambe le offerte presentassero lo stesso aumento all’importo a base d’asta e quindi , come da regolamento del capitolato delle gare di appalto, si è proceduto al sorteggio che, per nostra fortuna , ha premiato l’ASD Sportinsieme. La stessa società , per “sopraggiunte difficoltà economiche” , trascorsi i termini, estesi per magia poi oltre il limite consentito ( e non solo )di pagamento della prima rata, all’ASD Sportinsieme, non avendo e non potendo versare l’importo della prima rata, viene revocato l’affidamento della convenzione ed a quel punto , ma nel frattempo sono trascorsi oltre 6 mesi, in cui la già fatiscente struttura veniva sottoposta ad un’ulteriore stato di abbandono e degrado, consegnando agli occhi di tutte le società che venivano a disputare gli incontri e a quelli degli appassionati, un immagine pessima di S.Teresa.

Fu allora che l’amministrazione comunale convocò la dirigenza del S.Teresa Calcio, offrendo “democraticamente” la scelta , per la gestione del campo di calcio, garantendo il proprio appoggio per far si che tutte le società potessero servirsi della struttura pagando un corrispettivo per l’utilizzo e il mantenimento della pulizia e del funzionamento. A tale scopo, la stessa amministrazione , avrebbe allegato alla convenzione un tariffario al fine di garantire una equa applicazione e ripartizione dei costi.

Nel frattempo il S.TERESA CALCIO E L’ATLETICO FURCI, hanno unito le proprie forze, creando la JONICA F.C. , di comune accordo con tutti i nuovi componenti, abbiamo accettato la scelta “democratica”, versato la prima rata di € 1.050,00 e versato in contanti la cauzione di € 1.000,00 , unico caso al mondo forse dove la sottoscrizione di una polizza fideiussoria non viene accettata e dopo i fatti , ci viene naturale pensare che tutto sia stato voluto solo per la capacità economica della società di sostenere e garantire il pagamento di quelle somme forse già inserite in bilancio.?????? E per non far fallire una iniziativa talmente inutile che avrebbe solo messo in ridicolo la stessa amministrazione, così come è stato per il campo da tennis, di cui forse tutti ricordano meglio, visto quanto accaduto e scritto nelle pagine di giornali .

Nel dovere di concessionari e nel pieno rispetto della convenzione, abbiamo convocato le società sportive : ASD SPARAGONA’ e asd sportinsieme , presentando loro il piano programmatico di gestione e definendo, nell’interesse comune , una ripartizione dei costi in funzione all’utilizzo e quindi in linea con le direttive imposte dall’amministrazione comunale.

Dopo mesi di trattative e con la stagione sportiva ormai alle porte, in una condizione di assoluta precarietà societaria , l’asd sportinsieme, presentando forse il conto delle passate elezioni, agiva in modo subdolo e con la solita assoluta mancanza di rispetto di valori altrui , lamentando all’amministrazione comunale , quanto la JONICA F.C. le avesse prospettato invece con assoluta trasparenza e rispetto delle regole. Dopo una ulteriore seduta con l’amministrazione comunale, la JONICA F.C. decide di agevolare ulteriormente l’asd sportinsieme , GARANTENDO CON SOLIDARIETA’ SPORTIVA , TOLLERANZA E FRATELLANZA( anche con la presenza di Caino) la fruizione dell’impianto abbattendo ancora i costi di partecipazione , nonostante avesse comunque versato per intero gli importi richiesti dall’amministrazione.

Presenta quindi il nuovo tariffario alle società e una bozza di convenzione che viene regolarmente sottoscritta dall’ASD SPARAGONA’ e che provvede anche al pagamento di quanto dovuto e concordato , la stessa società continua a mantenere gli impegni assunti con serietà, comprensione e spirito di collaborazione, pur lamentando legittimamente la costrizione dell’assurda richiesta di pagamento.

Cosa che naturalmente lo sportinsieme si guarda bene dal fare, appoggiata irresponsabilmente dall’amministrazione che invece di tutelare chi ha sopportato con sacrificio l’obbligo imposto , sostiene e incentiva chi infrange, con assoluta mancanza di rispetto degli altri, le regole di un comportamento civile .

Ad oggi , la stessa società, oltre a non aver corrisposto un solo centesimo di quanto dovuto, non ha neanche sottoscritto la convenzione ( nella lettera inviata alla società viene citata e ringraziamo il sindaco per averla gentilmente pubblicata), questo , che forse a tanti disattenti sfugge , comporta una esagerata e non dovuta assunzione del rischio da parte della JONICA F.C. , per eventuali e non previsti infortuni dentro e fuori dal terreno di giuoco.

Si evince quindi che l’Amministrazione comunale, con questo scandaloso modo di informare la cittadinanza, divulgando anche documenti riservati, ha sostenuto l’asd sportinsieme nel commettere un illecito a danno della JONICA F.C. , in particolare nella persona dei suoi due Presidenti , i soli responsabili nei casi sopra citati.

L’avviso quindi di impedire l’accesso allo sportinsieme per lo svolgimento degli allenamenti e delle partite, NON DEVE essere presentato come un impedimento allo svolgimento dell’attività sportiva, ma bensì, solo e soltanto un’azione di legittima salvaguardia degli interessi della JONICA F.C., già comprensiva oltre ogni limite delle difficoltà irreparabili dello sportinsieme.

Chiediamo quindi al Sindaco :

CHI HA MANCATO DI RISPETTO ?

CHI NON HA RISPETTATO LE REGOLE DA LEI IMPOSTE ?

CHI NON DIMOSTRA SOLIDARIETA’ SPORTIVA ?

CHI NON HA TOLLERANZA ?

CHI NON DIMOSTRA FRATELLANZA ?( anche se un fratello si chiama Caino)

NON RITIENE PIU’ GIUSTO , IN NOME DELLA TOLLERANZA E FRATELLANZA SOSTENERE ANCHE LE SPESE DELLE ALTRE SOCIETA’ VISTO LO SLANCIO DI GENEROSITA’ NELL’AIUTARE I PIU’ SFORTUNATI ?

E infine : Conoscendo i componenti della JONICA , ma veramente pensa che avremmo impedito lo svolgimento alle attività allo sportinsieme, alla quale sinceramente non capiamo perché ci tenga così tanto e non ci venga a dire per cortesia :

SOLIDARIETA’ SPORTIVA – TOLLERANZA – FRATELLANZA

Ci sentiamo offesi a tal punto che ci siamo sentiti in dovere di annullare la serata programmata per il 13 Dicembre SPORT, CULTURA E SOCIETA’, perché il nostro animo non è più predisposto moralmente a crescere insieme.

Avevamo programmato la serata per dare anche risalto alla Sua Amministrazione, per l’impegno a proseguire la strada della costruzione del nuovo impianto del campo di calcio, credendo veramente che avesse in cuore la crescita dello sport e della società in questo paese , ma dobbiamo con estrema amarezza ricrederci e pensare che anche questa volta la politica abbia preso il sopravvento dell’interesse personale al reale interesse della società .

Le elenchiamo anche le figure di tutto rispetto che avevamo contattato per dare il massimo lustro e importanza alla serata :

PRESIDENTE REGIONALE F.I.G.C.

PRESIDENTE PROVINCIALE F.I.G.C.

RESPONSABILE SCUOLE CALCIO NAZIONALI JUVENTUS ACADEMY

PROGETTISTA DEL NUOVO IMPIANTO (avrebbe proiettato in 3D il progetto)

DIRETTRICE DIDATTICA DEL COMPRENSORIO SCOLASTICO

ESPERTO DI MEDICINA DELLO SPORT

E se permette … ANCHE LA NOSTRA SOCIETA’ AL COMPLETO CON TUTTI I RAGAZZI DEL SETTORE GIOVANILE… e sono tanti.

Saluti Sig. Sindaco ….e adesso ci tolga la concessione se ritiene che anche questa sia una realtà virtuale , ma ci restituisca il maltolto, quello è reale.

JONICA F.C.