Le pagelle di un tifoso speciale ai giocatori del Limina 2013.

L’amore verso la propria squadra del cuore si può dimostrare in tutti i modi, con la propria passione, con le proprie stravaganze, emozionarsi, passare dallo sconforto alla gioia.
Il tifoso fa di tutto per stare vicino ai suoi beniamini dimostrando il proprio affetto ai colori sociali. In questo contesto, possiamo inserire una piccola realtà calcistica dalle antiche tradizioni, l’Asd Limina 2013 nata quest’estate, sin dalla sua gestazione, ha riportato un certo entusiasmo tra la tifoseria facendo rivivere i vecchi fasti.Non stiamo parlando di una tifoseria di squadre che militano in Serie A o Serie D, Eccellenza, ma di una Società che partecipa per la prima volta al campionato di Terza Categoria.
Una cosa è certa, Limina è una piazza dal tifo passionale dove vengono seguite tutte le gesta, fra tante cose il tifoso, anzi un tifoso particolare pubblica le sue “Pagelle Ignoranti” molte attese dai giocatori. Dà il proprio giudizio, esprimendo il proprio voto, ma la cosa simpatica dà a ciascuno di loro un “appellativo”. Nell’ultima gara di campionato contro lo Sporting Club Messina vinta dai liminesi in rimonta per 4-2, si va dal giocatore dalla Cirrosi Epatica al Cecchino, dal Sacrestano al Pokeman.

La cosa bella di tutto ciò, le Pagelle Ignoranti vengono attese con trepidazione dai giocatori liminesi, non ci resta altro che leggere le pagelle di questa domenica: Asd Limina – Sporting Club Messina. Scusatemi, l’ideatore di tutto questo è Davide Lo Giudice.

Domenico Malino – 7  Solita partita di cuore e bestemmie indecorose, mutila un poveretto con una uscita, guardarlo mentre calma Puglia è come vedere me nel coro della chiesa. ASSASSINO

Carmelo Lo Giudice 8 Nei calci d’angolo arriva nell’area avversaria col fiatone, troppa carne da spostare, ma riesce a fare due gol da vero bomber di razza. CECCHINO

Filippo Sterrantino 6 Fa il suo con ordine, nell’intervallo si cala una damigiana di olive nere ed entra in campo con un intossicazione al fegato. CIRROSI EPATICA

Gianfilippo Puglia 6,5 – Gioca in un ruolo non suo ma se la cava bene, fa suonare le tibie degli avversari come campane a festa. SACRESTANO

Filippo Saglimbeni 7 – Inizia la partita contento per il suo primo contratto con Riccardo Schicchi, girerà il suo primo porno con delle vecchiette in Uganda. In campo migliora a vista d occhio, gli avversari che marca ad uomo escono dal campo impauriti dalla bestia che c’ è in lui. MANIFESTA SUPERIORITA’

Claudio Siligato 5 – Il treno stavolta deraglia prima di partire, con quel baffo sembra Gaetano ferruccio ai tempi della gang della Uno bianca. TRASFORMISTA

Gianpiero Lo Giudice 7,5 – Si fa una flebo di paracetamolo ed uranio ed entra in campo col sangue agli occhi, a fine primo tempo subentra l’astinenza e i dolori lancinanti lo costringono ad uscire. DALLE STELLE ALLE STALLE

Carmelo Puglia 5,5 – Appena capisce che non arriverà in tempo per la processione, gli si chiude una valvola in testa e viene posseduto da un demone. Ha sulla coscienza 3/4 di bestemmie del pubblico sugli spalti. DOTTOR JEKYLL E MISTER HYDE

Filippo Intelisano 6,5 – Corre più di Anthony con la Yaris, gioca bene se pur fuori ruolo, esce trascinato dai compagni come uno straccio vecchio da buttare. DEMOLITO

Paolo Saglimbeni 6,5 – Viene ipnotizzato sotto porta dal mostro di Firenze, ma poi si inventa una giocata da All In. POKERMAN

Nino Costa 6 – Piede fino ma movenze di un 80 enne con evidenti problemi cardiocircolatori, già in difficoltà nel momento del riconoscimento negli spogliatoi. APNEA

Marvin Costa 9 – Si presenta subito con una doppietta e col capello alla Francesco Malcolm dopo una gangbang, costringe all’ impiccagione di massa l’intera difesa avversaria con una rovesciata da cineteca. FUNAMBOLO

Sebastiano Saglimbeni 6,5 – Entra in campo con 10 rum e pera in testa e crede di essere ad un incontro di taekwondo. RISSOSO