Il S. Alessio prima va sotto con la Dominus Peloro, poi vince 4-1.

Il S. Alessio vince in trasferta giocando sul proprio campo: un secco 4-1 ai danni della Dominus Peloro che era passata in vantaggio dopo 10’ di gara, su calcio di rigore concesso dall’arbitro per un fallo di mano del neo entrato Lombardo, subentrato al 3’ al posto di Nino Maimone costretto ad abbandonare il terreno di gioco per infortunio. Sulla sfera il numero nove giallo-blù  Velardi porta in vantaggio la Dominus con Piero Sturiale battuto.

Inizia subito in salita la gara per la squadra di Giuseppe Mancuso, ma non demorde con il trio Agatino Pistone-Davide Garufi e Tindaro Pistone iniziano a macinare gioco: il pareggio arriva al 40’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Simone Stracuzzi che mette sul lato opposto per l’incornata vincente di Tindaro Pistone.

//

Passano poco meno di quattro minuti arriva il sorpasso sempre da un’azione di calcio d’angolo sempre lo stesso dalla destra battuto da Leo con palla che arriva a Davide Garufi ben appostato in area con un preciso tiro di collo pieno manda la sfera ad infilarsi all’angolino alla sinistra di Sisti. Si va al riposo con il S. Alessio in vantaggio per 2-1.

Nella ripresa la squadra di Sisti inizia bene cercando di pervenire al pareggio, passano solo cinque minuti rischia di subire il 3-1 quando Leo penetra dalla sinistra entra in area il suo diagonale viene ribattuto dal portiere con la palla che arriva a Simone Stracuzzi che tira prontamente in porta ma si vede rinviata la conclusione da un difensore che salva sulla linea bianca mandando in corner.

Il S.Alessio continua a giocare al 70’ colpisce la traversa con un tiro-cross dalla destra di Antonino Zanino. La Dominus cerca di trovare un varco nella retroguardia del S. Alessio che chiude bene ogni spazio difensivo. Al 78’ il neo entrato Salvatore Franchina si procura un calcio di rigore che viene trasformato dallo specialista Agatino Pistone. Gol della sicurezza per gli alessesi che vanno ancora in gol al 80’ con Leo ben servito da Franchina, il suo diagonale risulta vincente per il 4-1 finale.