Punita la Gioventù Furcese: squalificati Presidente, allenatore e tre giocatori.

Mano pesante del Giudice Sportivo Francesco Capillo ai danni della compagine della Gioventù Furcese riguardante l’ultima giornata del campionato di Terza Categoria del Comitato di Messina. Squalificati il Presidente, allenatore e tre giocatori.

Squalificati fino al 30 Gennaio 2014 il Presidente Antonino Cacciola e l’allenatore Carmelo Cacciola “Per proteste e per aver assunto contegno offensivo e minaccioso nei confronti dell’arbitro”.
Squalificato fino al 28 Febbraio 2014 il giocatore Rocco Burgio “Già espulso, a fine gara correva verso l’arbitro con l’intento di aggredirlo non riuscendo per intervento di terzi”.

//

Otto giornate di squalifica a Giuseppe Carpo “A fine gara usava linguaggio minaccioso ed ingiurioso nei confronti dell’arbitro, prendeva lo stesso per il polso tirandolo e nel contempo lo costringeva a guardare l’orologio in quanto a suo dire la gara era terminata da 10′. Lo stesso reiterava insulti e minacce nello spogliatoio”.
Sempre otto giornate di squalifica ad Angelo Finocchio “A fine gara si toglieva la maglia correndo verso l’arbitro tentava di aggredirlo più volte insultandolo e minacciandolo”.

Per quanto riguarda gli altri provvedimenti multa di 50,00 Euro alla Società Fiumedinisi” Per indebito ingresso sul terreno di gioco di propri sostenitori. Uno degli stessi con fare minaccioso insultava l’arbitro”.

Altri giocatori squalificati per una gara Aprile e Puglisi (Fiumedinisi) e Ferro (Limina).