Caminiti-Calì fanno volare l’Agostiniana Calcio: 2-1 al Fiumedinisi.

Inizia bene il nuovo anno per l’Agostiniana Calcio, pur giocando bene riesce solo nel finale a domare la resistenza di un coriaceo Fiumedinisi, grazie al fiuto del gol del neo acquisto Marco Calì.
Siamo nelle battute finali sul punteggio di 1-1 con i padroni di casa proiettati in avanti alla ricerca del vantaggio: al 83’ su azione dalla sinistra la sfera arriva a Marco Calì che subisce fallo, il conseguente calcio di punizione viene battuto da Walter Padiglione che mette al centro dell’area dove Zouhir fa da torre per Lo Conti da sotto porta colpisce la traversa, sulla ribattuta il bomber Calì è lesto a metterla dentro facendo esplodere la tifoseria di casa.
La reazione del Fiumedinisi è immediata va vicinissimo al pareggio, ma questa volta la sfera va a sbattere sulla base del palo. Scampato il pericolo, dopo cinque minuti di recupero arriva il triplice fischio finale del direttore di gara che sancisce la vittoria per l’Agostiniana Calcio che pur soffrendo riesce a portare a casa con merito la vittoria.

Non è stata una gara facile per i padroni di casa che pur avendo in mano il pallino del gioco nella prima frazione di gioco non sono riusciti a perforare la linea difensiva degli ospiti chiusi a riccio nella propria metà campo, senza mai impensierire il portiere Gianluca Trimarchi. La squadra di mister Carmelo Rigano impone un buon ritmo alla gara sfiorando in più di un’occasione il vantaggio: lo show inizia con un colpo di testa di Mantarro che a porta vuota manda alto.Punizione magistrale di Danilo Lo Conti che colpisce la traversa sulla respinta Mantarro non riesce a trovare il guizzo vincente.
Poi è la volta di Zouhir che dall’estremità dell’area calcia con precisione con il portiere ospite che blocca la minaccia. Il forcing dei padroni di casa continua con un cross dalla destra di Carnabuci per la testa di Padiglione con il portiere ospite che non si fa sorprendere. Ancora protagonista lo scatenato Amine Zouhir va via sulla destra mette un insidioso traversone in mezzo all’area ma il portiere è bravo ad uscire ed anticipare Padiglione. La saga del possibile vantaggio continua con Carnabuci che sbaglia a porta vuota dopo che il portiere aveva smanacciato.

Al 35’ i padroni di casa reclamano un calcio di rigore: sugli sviluppi di un calcio d’angolo un difensore intercetta con un braccio la sfera , l’arbitro posizionato vicino all’azione non ritiene fischiare la massima punizione, Lo Giudice il capitano di casa che era vicino protesta e viene espulso ingiustamente. L’Agostiniana rimane in inferiorità numerica per i minuti restanti del primo tempo e per l’intera ripresa. Si va al riposo con nulla di fatto.
Al rientro in campo la fisionomia della gara non cambia con i padroni di casa ancora più determinati a sbloccare il risultato ci riescono al 60’ su calcio di rigore assegnato dal direttore di gara per fallo del portiere su Zouhir. Dagli undici metri si presenta Tino Caminiti che non sbaglia. L’euforia del vantaggio dura poco meno di un giro dell’orologio, infatti, al primo affondo il Fiumedinisi pareggia con Giovanni Briguglio. Tutto da rifare per l’Agostiniana, la gara si mantiene maschia, nonostante un uomo in meno i padroni di casa tengono bene il campo.
Il Fiumedinisi rispetto alla prima frazione di gara, in questa fase della ripresa è più presente, allora mister Carmelo Rigano decide di mettere sul terreno di gioco i nuovi acquisti: Iannino al posto di Carnabuci così da mantenere sempre un assetto offensivo, Fabio Lo Conti al posto di Bonaventura e Calì che subentra a Danilo Lo Conti. Cambi vincenti che portano al 83’ al gol partita di Marco Calì.
A fine gara abbiamo sentito l’allenatore dell’Agostiniana – Carmelo Rigano: “ E stata una prestazioone di carattere che ci proietta in un filotto di partite difficili. Il Fiumedinisi è un’ottima squadra, ma noi abbiamo voluto la vittoria forse più di loro.