Serie C: La Mia Basket fa suo il derby con la Nuova Agatirno.

La Mia Basket Messina inizia il 2014 con una vittoria. Al PalaTracuzzi la giovane formazione allenata da Massimo Sigillo conquista il secondo successo in campionato superando per 74-54 la Nuova Agatirno grazie ad una convincete prova di squadra. In un sol colpo, i messinesi riscattano la brutta prestazione di Licata e la sconfitta subita nel match di andata contro la squadra orlandina.

E’ stata una gara combattuta soprattutto nel primo tempo, tanto equilibrio in campo fra due squadre giovani e desiderose di conquistare la posta in palio. Agatirno senza Busco, la Mia deve rinunciare ancora ad Alessandro Gulletta e presenta sul parquet Casile, Cucinotta, Marabello, Bellomo e Davide Gulletta. Coach Franza risponde con Cordici, Strati, Randazzo, Giuliano e Spampinato.

Primo Quarto: L’Inizio e tutto della Mia che con Marabello e Casile si porta sul 4-0, Strati e Randazzo dalla lunetta riportano in parità il match. Marabello ha un ottimo impatto con la gara, si muove bene sotto canestro, realizza il nuovo vantaggio e va a segno anche dopo il pari di Cordici. Davide Gulletta dalla media porta i suoi sul 10-6 e costringe la panchina ospite a ricorrere al time out. Dopo il doppio errore ai liberi di Gulletta, Spampinato mette altri due punti per gli ospiti, ma Bellomo in velocità inventa un canestro incredibile per il nuovo +4 per la Mia che commette un errore imperdonabile in difesa, Munastra ringrazia e segna.
Casile ruba palla a centrocampo e si invola a canestro, viene fermato fallosamente da Strati, per l’arbitro si tratta di antisportivo. Coach Franza non ci sta e si fa sentire, la gara diventa nervosa, la Mia non capitalizza al massimo i viaggi in lunetta, Casile e Cordaro fanno 1/2, Spampinato addirittura li sbaglia entrambi, sul 15-10 Ettaro in sospensione mette il canestro che chiude il primo parziale (15-12).

Secondo Quarto: Al ritorno in campo l’Agatirno appare più reattiva, Munastra approfitta dell’ennesimo regalo della difesa di casa per andare a segno, Pappalardo da sotto regala il primo vantaggio ai suoi (15-16), ma ci pensa Bonfiglio con una tripla centrale a riportare avanti la Mia. Dopo il libero realizzato da Munastra, Postorino segna dalla media distanza, Strati mette altri due punti, ma poi commette il suo terzo fallo personale. La squadra di Sigillo trova buone soluzioni al tiro con Bellomo gran suggeritore, Casile dall’angolo azzecca la tripla del 23-19. Munastra da grande opportunista ruba palla e va a segnare, si conquista anche un fallo ma non mette l’aggiuntivo. Padroni di casa in difficoltà, puniti dalla triplona di Randazzo, subiscono un gioco da tre firmato da Giuliano per il 23-27. Un libero di Minutoli e la penetrazione di Cucinotta, riportano a -1 la Mia, ma ancora Randazzo mette la bomba del +4. Casile si conferma uno dei più positivi, si guadagna quattro liberi, ne realizza tre e fissa il risultato sul 29-30 al riposo lungo

Terzo Quarto: La terza frazione è di netta marca messinese, la regia di Bellomo è preziosa per la Mia, ma questa volta anche la mira dei tiratori è nettamente più precisa che in altre occasioni. Le incursioni del giovane play e gli scarichi per i compagni sono il motivo predominante del match, così Cucinotta può centrare per ben due volte la retina dall’arco, realizzando due triple che proiettano sul +5 la squadra di Sigillo. Spampinato, da sotto, realizza ma non mette l’aggiuntivo per il fallo di Minutoli. Dall’altra parte Bellomo si mette in proprio e, prima realizza in bella penetrazione con cambio di mano, poi si ripete subendo l’antisportivo di Randazzo fra le proteste degli ospiti, ma sbaglia l’aggiuntivo.
Bonfiglio realizza i liberi e sul possesso successivo Marabello va ancora a bersaglio per il primo vantaggio in doppia cifra della Mia (43-32). Munastra in penetrazione spezza la supremazia dei padroni di casa che ancora con Bellomo vanno a canestro. Gli ospiti si fanno irretire dai fischi arbitrali, arriva il tecnico alla panchina ma frutta un solo punto per la Mia che sul possesso piazza la tripla dall’angolo con Casile ancora assistito da Bellomo (49-34). Gara molto fallosa, tanto lavoro ber gli arbitri, si segna quasi solo dalla linea della carità. Randazzo è il più positivo per i paladini, dall’altra parte anche Bonfiglio sbaglia poco ai liberi. Al 30’ la Mia chiude avanti di 16 punti (56-40).

Ultimo Quarto:Nell’ultimo parziale Renato Franza ordina il pressing alto ai suoi, il risultato però non è dei migliori, ne fanno le spese Strati e Crisà, fuori per 5 falli. Tanto nervosismo in campo, Bonfiglio si procura 3 liberi, ne realizza 2. Al canestro di Ettaro risponde Cucinotta, alla tripla di Randazzo replica Bonfiglio, liberato al tiro da Bellomo in versione assist-man che si ripete a favore di Ciccio Casile (tripla dall’angolo). La gara è nettamente nelle mani dei peloritani che devono soltanto amministrare il vantaggio di 21 punti sul 66-45. Cosa che riesce bene al quintetto peloritano, il tempo residuo permette a Bonfiglio e Randazzo (i migliori realizzatori della serata) a rimpinguare il bottino personale, a segno anche i giovanissimi Mazzullo per la mia e Ferrarotto pel l’Agatirno che fissano il risultato finale sul 75-54.
Mia Basket Messina – Nuova Agatirno Capo d’Orlando 75-54

Mia Basket Messina: Bartilotti, Casile 15, Cordaro 1, Bonfiglio 22, Postorino 2, Minutoli 1, Cucinotta 10, Mazzullo 2, Marabello 10, Bellomo 10, Gulletta D. 2, Caruso n.e.. Allenatore: Massimo Sigillo.
Nuova Agatirno: Galipò, Cordici 2, Strati 4, Crisà, Ettaro 4, Sindoni 1, Randazzo 21, Giuliano 4, Munastra 9, Spampinato 4, Pappalardo 2, Ferrarotto 3. Allenatore: Renato Franza.
Arbitri: Russo e Perrone di Trapani.
Parziali: 15-12; 29-30; 56-40; 75-54
Note: usciti per cinque falli: Strati, Crisà e Munastra.