Violenza e problemi nel calcio anche a livello dilettantistico

La violenza e le problematiche legate al tifo esagerato dei tifosi o ultrà che seguono le squadre di calcio continuano anche in questa stagione 2013/2014 ed è proprio di qualche settimana fa il deferimento di cinque soggetti implicati in tafferugli nel corso della partita tra Pachino – Palazzolo giocata il 15 dicembre.
Sono stati cinque i personaggi coinvolti in questa vicenda ed a loro sono stati notificati i DASPO dagli agenti Uigos del Commissariato di P.S. del paese di Pachino, sotto il coordinamento dal Dirigente Paolo Arena. I DASPO erano ovviamente stati emessi dallo stesso questore della provincia di Siracusa e da questo viene aggiunto l’obbligo di presentazione da parte dei cinque soggetti implicati alla PG per firmare nei giorni nei quali si svolgeranno le partite della squadra del paese di Pachino.
È stato un provvedimento restrittivo, forte e prolungato nel tempo visto che avrà valenza per i prossimi tre anni a partire dalla data di notifica ed ovviamente i soggetti saranno interdetti dall’entrata agli stadi italiani e stranieri. Questo vale sia per eventi calcistici relativi ai campionati, amichevoli e tutte le partite che vedano sul campo la squadra ASD Pachino.

La vicenda si è svolta il 15 dicembre 2013 durante Pachino – Palazzolo. La partita si è svolta allo stadio Brancati ed era valida per il campionato di promozione. Sembrava una partita più che tranquilla, almeno fino a quando l’arbitro ha fischiato la fine dell’evento con la vittoria del Palazzolo 2-0 sul Pachino. Proprio in quel momento i tifosi (se è possibile chiamarli così) hanno scavalcato i limiti delle recinzioni all’interno dello stadio invadendo il campo proprio a ridosso del tunnel che portava i giocatori all’interno degli spogliatoi ed hanno attaccato alcuni giocatori tirando loro delle pietre ed aggredendoli sia a livello verbale che fisico fuggendo subito dopo.

Un evento non nuovo nel sud Italia e le lesioni personali riportate da alcuni giocatori e l’arbitro sono state lievi per fortuna, ma questo non limita un crimine violento e senza motivazione. Una volta che i poliziotti locali sono riusciti a raccogliere le informazioni da parte delle vittime e dei testimoni sono riusciti a ricostruire tutto l’evento e denunciare i colpevoli per: scavalcamento, lancio di pietre, invasione di campo e lesioni personali aggravate. Una volta fatto questo il tutto è stato riportato e segnalato in modo immediato al Signor Questore di Siracusa, per valutarne la gravità ed ovviamente emettere nel tempo più breve possibile i DASPO.

Fatti incresciosi che non devono minare la bellezza di uno sport come il calcio e per stemperare un po’ questa situazione tutti gli appassionati possono passare il loro tempo giocando con indovina lo stadio e scoprire così il proprio favorito stadio di calcio con un gioco gratuito disponibile on-line.