Il 25 Gennaio la premiazione della Scuderia S.G.B. Rallye.

Un appuntamento immancabile per tutti gli appassionati di rally e di automobilismo della Sicilia è la premiazione del campionato Sociale della scuderia S.G.B. Rallye. In programma per il prossimo 25 Gennaio a partire dalle ore 15.30 presso l’Auditorium Comunale sito nel bellissimo scenario del Castello di San Piero Patti, in provincia di Messina.

Anche quest’anno la manifestazione è stata sposata e patrocinata direttamente dal Comune di San Piero Patti e vedrà protagonisti tutti i migliori piloti della specialità, rallysti e slalomisti, più i loro compagni di avventura, ovvero i navigatori, con particolare attenzione sui giovanissimi.

Verranno premiati i vincitori delle categorie rally, slalom, navigatori, junior e femminile, in più verranno assegnati il premio pilota più spettacolare, miglior esordiente e il trofeo in memoria di Agostino Biondo, fondatore e vicepresidente della scuderia, scomparso nel luglio scorso, all’equipaggio che durante la stagione ha ottenuto i migliori risultati nelle gare indicate dal regolamento del trofeo stesso.

Inoltre saranno consegnati dei premi anche a tutti i piloti e navigatori che hanno preso parte ad almeno due competizioni, vestendo i colori della scuderia siciliana, ovvero oltre 70 persone, tra cui anche 11 donne.

Diversi anche i premi d’onore che verranno consegnati ad alcuni tra i più instancabili collaboratori della scuderia, ad alcuni fotografi e giornalisti protagonisti del motor sport in Sicilia e alle autorità che interverranno alla premiazione.

L’ingresso è libero e tutti gli appassionati sono invitati a prendere parte alla premiazione, la scuderia alla fine della manifestazione offrirà una fetta di torta dal design particolare, appositamente creata per la scuderia, accompagnata da un bicchiere di spumante a tutti gli ospiti intervenuti.

Maggiori informazioni sui premiati li potete trovare sul sito ufficiale della scuderia www.sgbrally.com

Nella foto: Un momento della premiazione dello scorso anno, il Presidente Giuseppe Gulino con il pilota Salvatore Calabrò