La Rocca superstar: 6-0 dell’Agostiniana alla Gioventù Furcese.

Chiude con il botto il girone di andata l’Agostiniana Calcio che rifila un punteggio tennistico alla quotata compagine Gioventù Furcese che lascia il Comunale alessese con sei gol sul groppone.
Protagonista in assoluto: Salvatore La Rocca autore di una quaterna che ha steso i furcesi che potevano segnare il gol della bandiera con Catania, dagli undici metri il giocatore giallorosso si fa parare la trasformazione. Un punteggio pesante per la formazione allenata da mister Carmelo Cacciola, priva di alcune pedine fondamentali, ma la debacle coincide in una giornata negativa dove tutto va storto.
Anche in casa dell’Agostiniana, mancavano diverse pedine dello scacchiere di Carmelo Rigano: cinque squalificati Simone Carnabuci e Cristian Bonvegna pronti al rientro dopo la lunga squalifica (le note vicende di Camaro), Simone La Monica, Giovanni Restifo e Salvatore Garufi. Oltre agli squalificati per infortunio Danilo Lo Conti, Gianpaolo Stracuzzi, Massimiliano Sorrenti e Peppe Mantarro. Visto il risultato chi è sceso in campo non ha fatto rimpiangere gli assenti, tra gli undici il rientrante capitano Fabrizio Lo Giudice e i nuovi acquisti Domenico Muscolino e Massimo Santoro.

Una gara senza storia con il primo tempo che si è concluso sul punteggio di 4-0: apre le marcature Alessio Arpa con un’azione travolgente dribbla due avversari, fortunato nel rimpallo, la conclusione vincente per il vantaggio locale. Poi sale in cattedra l’esperto fantasista dell’Agostiniana, Salvatore La Rocca che tira quattro colpi vincenti dal suo cilindro calcistico, spettacolare il 5-0: Crimi sbaglia il rinvio con la sfera che arriva a La Rocca che in semirovesciata manda all’incrocio dei pali per il delirio dei tifosi presenti sugli spalti.
Sul punteggio di 5-0, possibilità per la Gioventù di poter siglare il gol della bandiera, ma dal dischetto Catania si fa ipnotizzare da Gianluca Trimarchi. Ma non è ancora finita: il sesto sigillo lo mette in atto il neo arrivato Marco Calì al suo secondo gol con la maglia dell’Agostiniana, con uno spettacolare pallonetto. Abbraccio particolare dei compagni a Marco che va in gol nel giorno del suo compleanno. Doppia festa a suon di gol.

Che dire, una gara che conferma l’Agostiniana terza forza del campionato (27 punti)la prossima settimana, lo scontro-rivincita con la capolista Siac Messina,di contro la Gioventù continua nel suo periodo nero che fa scivolare i furcesi in quinta posizione con 19 punti.