L’Agostiniana fa cinquina: superato lo Sporting Club Messina.

Una fantastica cinquina consente all’Agostiniana Calcio di rafforzare ulteriormente la terza posizione in classifica, grazie alla doppietta di Carnabuci, i gol di Calì , La Rocca e Aranciotta.

La compagine di mister Carmelo Rigano passa sul campo dello Sporting Club Messina legittimando il risultato nella prima frazione di gara. Fischio d’inizio, passano poco meno di due minuti che l’Agostiniana sblocca il risultato con Simone Carnabuci che finalizza in rete una perfetta manovra dei compagni. I padroni di casa tentano una reazione, ma vengono nuovamente castigati al 15’ da Simone Carnabuci che mette a segna la propria doppietta personale. La gara si mette sui binari favorevoli per Calì e compagni, proprio l’acquisto di Gennaio a l 30’ realizza il 3-0, non è da meno Salvatore La Rocca che al 40’ porta l’Agostiniana sul 4-0. Si va al riposo con un netto vantaggio dell’Agostiniana che dominato e gestito la gara nei primi 45’.

Nella ripresa forte del 4-0 i ragazzi di mister Carmelo Rigano gestiscono il risultato lasciando qualche opportunità ai locali che però fanno esaltare le qualità di Trimarchi. Non è finita allo 90’ c’è gloria anche per Michele Aranciotta che sfrutta al meglio un millimetrico lancio di Garufi. Arriva il triplice fischio finale che decreta la vittoria per l’Agostiniana in una gara dove Salvo Garufi autentico cervello del centrocampo e Salvo La Rocca che fa valere la sua esperinza, risultano i migliori in campo.

A fine gara abbiamo sentito mister Carmelo Rigano: “Sono contento del risultato e della prova dei miei ragazzi, un risultato che ci conferma al terzo posto in classifica, – 8 dall’Akron Savoca, nelle prossime partite non possiamo sbagliare se vogliamo centrare la metà dei play-off.

Mister adesso dipende da voi, pensi che il tutto si deciderà nello scontro diretto con il Savoca? “ Prima del Savoca ci sono altre gare, incontri difficili, possiamo dire che sono tutte delle finali, sul nostro cammino il Limina e Fiumedinisi fuori casa, Savoca e francavilla in casa e Gioventù fuori”