Primo successo nella Poule Retrocessione per la Mia Basket Messina

La Mia Basket Messina conquista la prima vittoria nella Poule Retrocessione del campionato di serie C Regionale. La formazione allenata da Massimo Sigillo supera al PalaTracuzzi il PGS Sales Catania per 54-40 e aggancia in penultima posizione la Virtus Trapani a quota 6 in classifica.

E’ stata una gara a senso unico, che la squadra messinese ha condotto fin dall’inizio. Nonostante l’assenza pesante per infortunio di Roberto Bellomo, principale bocca da fuoco del team peloritano, i ragazzi in maglia bianco blu hanno giocato con equilibrio, attuando una buona difesa e colpendo chirurgicamente dalla distanza la zona predisposta da coach Condorelli. L’allenatore dei messinesi ha mandato sul parquet tutti i ragazzi a sua disposizione e solo Cucinotta non è riuscito ad andare a canestro ma ha dato come sempre il suo contributo alla squadra.

I primi cinque minuti di gara sono avari di segnature, con le due squadre troppo “fredde” per il poco tempo avuto a disposizione per il riscaldamento. Ci vogliono 4 tiri liberi per mettere a referto i primi due punti della serata, realizzati da Marabello, il quale segna poi dal campo per il 4-0 dei locali: nel frattempo erano già trascorsi 5 minuti di gioco. Il canestro di Scerra sblocca anche gli ospiti, schierati a zona da Condorelli. La Mia non si spazientisce, fa girare palla e buca il fortino etneo con Cordaro, bomba dall’angolo (7-2). La gara “decolla” e dopo i 4 punti realizzati da Borzì, è Bartilotti a segnare dai 6,75. Immediata la risposta di Carmelo Gullotti per il 10-9. A fissare il punteggio sul 13-9 ci pensa Cordaro con una tripla che chiude il primo parziale.

Nel secondo periodo la formazione di Sigillo appare più convinta e va subito a segno Ciccio Casile in penetrazione, Scerra dalla media riduce il gap per i catanesi. Marabello conquista un rimbalzo e mette il suo sesto punto personale (17-11). La Mia è troppo fallosa, ma i verdi etnei non ne approfittano lucrando poco dai viaggi in lunetta, con Scerra, e Giovanni Gullotti. I messinesi vanno a segno con Casile, poi la bomba di Antonio Bonfiglio ed il canestro in sospensione del nuovo entrato Gugliotta regalano il primo vantaggio in doppia cifra ai padroni di casa (24-14). Giovanni Gullotti aggiusta la mira dalla lunetta, ma il suo 2/2 viene reso vano dal canestro sulla sirena di Gulletta. Il primo tempo si conclude sul 26-16.

Nella ripresa ancora una buona partenza della Mia, Minutoli in penetrazione e Casile allargano la forbice del risultato, il solito Scerra tenta di ricucire lo strappo, ma Alberto Mazzullo riconquista palla nella sua metà campo e va a segnare in solitudine (32-18). Il fallo di Casile sulla linea dei 6,75 manda in lunetta G. Gullotti, 2/3 per lui e dopo il botta e risposta fra Minutoli e Famoso, i bianco blu piazzano un break di 7-0 firmato Casile, Mazzullo (bello l’assist di Bartilotti) e Minutoli che regala loro il +19 (41-22). I cinque punti realizzati da Famoso e Borzi (2+1) rendono meno pesante lo svantaggio agli ospiti che chiudono sul -14 (41-27).

Nei dieci minuti finali la Mia deve solo gestire il vantaggio, cosa che le riesce senza correre grossi rischi. Anche se dopo il canestro iniziale di Cordaro, gli etnei cercano di rientrare con un altro parziale di 5-0 confezionato da Scerra, Licciardello e G. Gullotti. Sul +11 arriva la reazione dei peloritani che con Calarco, Bartilotti in contropiede e Casile dalla lunga distanza si riportano sul +17. Dopo il canestro di Borzì da sotto, bomba del giovanissimo Calarco mette il “sigillo” sul match. Il contro break di 6-2 rende la sconfitta meno pesante alla squadra di Mario Condorelli.

Domenica prossima la Mia renderà visita all’Adrano, uscito anch’esso sconfitto dal PalaTracuzzi per mano dell’Amatori Messina.

A fine gara il coach Massimo Sigillo può mettersi alle spalle il periodo difficile attraversato nelle ultime settimane dai suoi ragazzi. “Sono contento per come i ragazzi hanno saputo controllare l’incontro, al di là del risultato. Tutti quelli che hanno giocato hanno tenuto alta la concentrazione, dando il loro contributo, senza strafare e rimanendo sempre concentrati sul match”. Sui singoli coach Sigillo spende parole d’elogio per Calarco: “Lui è giovane come tutti gli altri, ma è estremamente serio negli allenamenti e concentrato in partita. Quest’anno è cresciuto tanto, merita di essere preso in considerazione anche per il futuro della società”.

Adesso l’obiettivo è sbloccarsi lontano dal PalaTracuzzi, cosa mai avvenuta in stagione: “Dobbiamo essere costanti e prendere consapevolezza nei nostri mezzi.. Oggi abbiamo capito che era inutile palleggiare a lungo contro la zona, ma trovare l’uomo libero che poi è andato al tiro. L’idea è giusta nel cercare gli spazi ed avere un vantaggio sugli avversari”.

Infine sguardo rivolto al doppio impegno nei campionati giovanili, l’under 17 e 19 stanno facendo molto bene nei rispettivi gironi: “Con l’under 19 giocheremo martedì ma è una gara ininfluente perché siamo matematicamente secondi in classifica e spareggeremo con una squadra di un altro girone. L’under 17 invece è stata falcidiata da impegni “scolastici” dei miei ragazzi, abbiamo perso malamente a Milazzo, poi ci siamo rifatti con l’Aquila Nebrodi (94-33 n.d.r.) Adesso ci ritroviamo a due sconfitte dalla vetta e dovremo stare attenti a non fare altri passi falsi”.

Mia Basket Messina – PGS Sales Catania 54-40

Mia Basket Messina: Bartilotti 5, Casile 11, Cordaro 8, Calarco 5, Bonfiglio 3, Minutoli 6, Cucinotta, Mazzullo 4, Marabello 8, Gugliotta 2, Gulletta 2. Allenatore: Massimo Sigillo.
PGS Sales Catania: Grasso, Gullotti C. 3, Gullotti G. 7, Famoso 4, Moschitto 2, Licciardello 2, Borzì 9, Campisi 2, Alongi, Scerra 11. Allenatore: Mario Condorelli.
Arbitri: Attard di Priolo e Filesi di Chiaramonte Gulfi.
Parziali: 13-9; 13-7 (26-16); 15-11 (41-27); 13-13 (54-40).
Note: Uscito per cinque falli Borzì.