Rally il Ciocco: Andrea Nucita si ferma, ma entusiasma.

Il giovane alfiere del Team Phoenix incanta tutti vincendo le sue prime Prove Speciali al 37° Rally Il Ciocco, ma un principio d’incendio alla Peugeot 207 S2000 frena la sua scalata al podio. Tornerà a misurarsi con i grandi del rallysmo al Rally di Sanremo ad inizio aprile. Castelnuovo Garfagnana (LU), 16 marzo 2014.

Magistrale la prova condotta da Andrea Nucita al 37° Rally Il Ciocco, primo appuntamento tricolore in Toscana, fino a quando un principio di incendio alla Peugeot 207 S2000, lo ha costretto allo stop sulla PS 15 “Cerretoli”, penultima prova. La prima tappa di ieri lo aveva visto sbancare con 3 scratch e duellare al filo del centesimo di secondo con Umberto Scandola, campione italiano in carica, per la seconda posizione fino a quando la rottura del semiasse posteriore destro lo ha costretto a rallentare sulle ultime due Prove Speciali chiudendo in 5° posizione assoluta.
Questa mattina il giovane pilota messinese, navigato da Giuseppe Princiotto con cui ha condiviso le vittorie dei titoli Produzione 2013 e Junior 2012, era ripartito con il piede giusto guadagnando la vittoria della Prova Speciale 14 e la terza posizione assoluta. Poi sulla PS 15 di “Cerretoli” un principio di incendio lo costringe a fermare la Peugeot 207 S2000 preparata della LB Tecnorally. Andrea si è poi sottoposto a una visita di controllo presso il Pronto Soccorso di Castelnuovo Garfagnana, che non ha rilevato problemi di salute.

“Non abbiamo mai forzato la vettura, avevamo bisogno solo di fare chilometri per trovare il giusto feeling. Sabato mattina quasi non credevamo ai risultati ottenuti perché stavamo solo testando le potenzialità dalla S2000, poi il problema al semiasse ha compromesso il fine prima tappa, sono problemi meccanici e possono accadere” – le parole di Andrea Nucita – “Dopo il primo parco di questa mattina, sistemato il semiasse, ho cercato di riconquistare un po’ di secondi ma sempre senza forzare. Purtroppo un principio d’incendio alla vettura ci ha fermato del tutto. L’amarezza ovviamente c’è ma i problemi meccanici possono sempre accadere. Con Giuseppe ce l’abbiamo messa tutta, sono soddisfatto dei quattro scratch vinti e il campionato è ancora lungo. La voglia di fare bene è tanta e non vediamo l’ora di continuare a misurarci con i grandi del rallysmo italiano”.

Sempre in casa Phoenix soddisfazione per la prestazione di Giuseppe Arena, navigato da Gaetano Caputo, al suo esordio nella massima serie tricolore. Dopo una scelta non ottimale di pneumatici nella parte iniziale prima tappa riesce a rimontare e a chiudere alla 7° posizione della classifica del CIR Junior con la Citroen C2 preparata da GRT Rally Team. Prossimo appuntamento per Nucita e Arena sarà al 56° Rally di Sanremo in programma dal 4 al 6 aprile.