La corazzata Juventus approda al Massimino.

Il campionato di Serie A si inizia a fare sempre più complicato soprattutto per quelle squadre che sono alla ricerca disperata di punti per la salvezza. La lotta per non rientrare negli ultimi tre posti è agguerrita e purtroppo quest’anno c’è anche il Catania del presidente Pulvirenti che si è ritrovato invischiato in una situazione che mai nessuno avrebbe immaginato ad inizio stagione. I cambi dirigenziali avvenuti la scorsa estate e la cessione di una pedina fondamentale nello scacchiere etneo come il Papu Gomez si sono rivelate due scelte che col senno di poi difficilmente il patron rifarebbe nuovamente. Al termine dei giochi mancano esattamente dieci giornate, 30 punti in palio e una salvezza assolutamente alla portata. Il gap dal quart’ultimo posto è soltanto di 4 punti per cui ci sono ampi margini per agguantare un risultato a cui tutta la città tiene.

Nella prossima giornata la squadra di Maran avrà un impegno non semplice tra le mura amiche del Massimino perché arriverà la Juventus capolista – favoritissima e quotata a 1.40 dal sito di scommesse sportive https://www.betclic.it/ – che ha fame di chiudere il discorso Scudetto il prima possibile. Partita dunque da giocare con il coltello tra i denti mettendo in campo tanta aggressività e spirito di sacrificio. Il mister rossoazzurro conferma quasi totalmente la squadra che ha perso settimana scorsa nella trasferta di Reggio Emilia contro il Sassuolo. In porta confermato Andujar. Linea difensiva a quattro composta da Peruzzi e Biraghi sulle corsie laterali, mentre la coppia centrale sarà formata da Bellusci e Legrottaglie. In cabina di regia ci sarà ovviamente Francesco Lodi, il quale avrà tra i soliti due “guardaspalle” Izco e Rinaudo. Al centro dell’attacco c’è Bergessio che sembra essersi finalmente ristabilito dopo i guai fisici degli ultimi mesi, mentre a supportarlo ci saranno Keko e Barrientos.

I Campioni d’Italia sono in un momento pieno di impegni e questo potrebbe creare non pochi problemi dal punto di vista della stanchezza. Antonio Conte ha cercato fino a questo momento di impiegare tutti gli uomini della rosa, ma nelle ultime settimane si è fatto avanti l’incubo infortuni che ha messo ko pilastri importanti oltre a rincalzi che in questo momento avrebbero fatto comodo. Parliamo, ad esempio, di Andrea Barzagli, Peluso, Ogbonna e Marchisio. Domenica pomeriggio, dunque, scelte obbligate per il mister bianconero che punterà ancora una volta su gran parte dei titolari. Tra i pali Buffon. Difesa a tre composta da Caceres, Bonucci e Chiellini. Quintetto di centrocampo Lichtsteiner e Asamoah sulle corsie laterali, Vidal e Padoin da interni e Pirlo in regia. Coppia d’attacco composta da Osvaldo e Llorente.