Punita la Fortitudo Camaro: partita persa, 150,00 Euro di multa, Venuti squalifcato per 5 anni. De Luca fino al 6 Maggio 2014.

Fortitudo Camaro – Stella San Leone gara in programma domenica 6 Aprile sospesa al 26’ a seguito della convalida di una rete a favore della società Stella San Leone, veniva accerchiato da alcuni calciatori della società Fortitudo Camaro che manifestavano dissenso su tale decisione e non gli permettevano di riprendere il gioco;

Per tale comportamento il Giudice Sportivo ha emesso i seguenti provvedimenti disciplinari:

a. assegnare la punizione sportiva della perdita della gara per 0-3 alla società Fortitudo Camaro;

b. squalificare fino al 6 aprile 2019 il calciatore Venuti Francesco della Fortitudo Camaro con preclusione dai ruoli federali;

c. squalificare per n.1 gara il calciatore De Luca Antonino della Società Fortitudo Camaro;

d. squalificare per n.1 gara il calciatore Migliardi Luigi della Società Fortitudo Camaro;

e. inibire a svolgere ogni attività fino al 6/ 5/2014 il sig. De Luca Antonino (Fortitudo Camaro) – capitano – per aver segnato in distinta calciatori non aventi titolo;

f. infliggere l’ammenda di euro 150,00 alla società Fortitudo Camaro per mancato approntamento dell’ordine pubblico.

Questi i provvedimenti adottati, ma cosa è successo al 26’ della ripresa? riportiamo quanto si legge nel comunicato della Figc:l’arbitro al 26’ del secondo tempo,a seguito della convalida di una rete a favore della società Stella San Leone, veniva accerchiato da alcuni calciatori della società Fortitudo Camaro che manifestavano dissenso su tale decisione e non gli permettevano di riprendere il gioco;

considerato che, sempre al 26’ del secondo tempo, il calciatore della società Fortitudo Camaro, Venuti Francesco, assumeva contegno gravemente offensivo nei confronti dell’arbitro, e che mentre quest’ultimo gli notificava il provvedimento di espulsione, lo stesso calciatore assumeva nei confronti dello stesso contegno minaccioso in un primo momento e, successivamente, lo colpiva con un pugno al viso provocandogli dolore ed una leggera fuoruscita di sangue all’interno della bocca. Immediatamente dopo questo accadimento il calciatore Venuti Francesco veniva allontanato dal terreno di gioco da alcuni suoi compagni;

considerato che, a seguito del pugno subito l’arbitro, non essendo più nelle condizioni psicofisiche di continuare l’incontro decideva di sospenderlo definitivamente e di far rientro negli spogliatoi;

atteso che il direttore di gara, nel fare rientro nel proprio spogliatoio, notava nella zona antistante lo stesso, un gruppo di sostenitori della società Fortitudo Camaro che profferiva minacce nei suoi confronti;

preso atto che l’arbitro poteva fare rientro nel proprio spogliatoio anche grazie all’intervento del capitano della società Fortitudo Camaro garantendone così la sua incolumità;

accertato che alla gara in epigrafe la società Fortitudo Camaro ha partecipare i calciatori De Luca Antonino (segnato in distinta con il n. 15) e Migliardi Luigi (segnato in distinta con il n. 2) nonostante non ne avessero titolo in quanto squalificati per una gara (PER RECIDIVA IN AMMONIZIONE IV infr) come da C.U. n. 56 del 4/4/2014 di questa D.P.condivisa la decisione dell’arbitro in ordine alla sospensione della gara;

Riguardo la stessa gara squalificato fino al 30 Giugno 2014 l’assistente all’arbitro – Maurizio De Leo “ Per contegno offensivo, irriguardoso e minaccioso, reiterato anche dopo il provvedimento di allontanamento”.

Un turno di squalifica per recidiva in ammonizione Fragapane e Venuti.