L’Agostiniana supera 4-0 il Francavilla:traguardo play-off raggiunto.

L’Agostiniana Calcio con due gol per tempo si aggiudica l’incontro casalingo con il Francavilla. Al di là del risultato, i padroni di casa sono stati cinici soprattutto nella prima frazione di gara a mettere a segno poco prima del riposo le due reti che hanno sbloccato la partita.
Il primo gol arriva al 35’ grazie ad un tiro dal limite di Alessio Arpa con il pallone che va ad infilarsi nell’angolino alla destra del portiere ospite. Il raddoppio arriva dopo quattro minuti su calcio di rigore: palla proveniente dalla destra in area un difensore tocca con le mani con l’arbitro che indica il dischetto di rigore. Sulla sfera impeccabile la trasformazione di Walter Padiglione.

Nella ripresa è il Francavilla a fare la gara con i padroni di casa rapidi a partire in contropiede soprattutto con il neo entrato Simone Carnabuci. Gli ospiti spingono in avanti fino ad arrivare alla marcatura con il numero undici, ma l’arbitro annulla per un probabile tocco di mano del giocatore ospite. La squadra alcanterina non demorde ci prova ancora una volta ma trova un attento Trimarchi, nel frattempo i ragazzi di mister Carmelo Rigano sprecano molto in fase risolutiva fino al 70’ quando Simone Carnabuci segna il 3-0 che chiude in pratica la partita. Nel finale ancora lo stesso giocatore sigla la rete del definitivo 4-0.

Un punteggio forse troppo pesante per il Francavilla che a tratti a dimostrato il suo valore. Una vittoria che consolida la terza posizione dell’Agostiniana che vale l’accesso alla finale play-off, grazie al contemporaneo pareggio dell’Akron Savoca sul campo del Fiumedinisi, si porta a soli cinque punti dalla vicecapolista che nel prossimo turno farà visita proprio ai forzesi, per concludere in casa con la capolista Siac Messina, invece, l’Agostiniana chiuderà il campionato con la Gioventù furcese al Luigi Papandrea.
In teoria il secondo posto è ancora alla portata di mano per la squadra del Presidente Bondì, in pratica deve sperare in qualche passo falso dei savocesi. Fondamentale lo scontro –diretto dopo la pausa pasquale al Comunale di S. Alessio.