Benemerenze Sportive per il Taormina Calcio per i suoi 50 anni di attività e al segretario del Ghibellina D’Arrigo.

Nella giornata di riposo del Torneo delle Regioni, la Lega Nazionale Dilettanti ha radunato dirigenti di società e del mondo sportivo per celebrare il calcio di base.
E’ stata celebrata nella cittadina friuliana di Lignano Sabbiadoro ieri pomeriggio alle ore 17.30 , presso il Centro Congressi Kursaal la cerimonia della consegna della Benemerenze a società e dirigenti della LND e del Settore Giovanile e Scolastico.
Tra i premiati il Taormina Calcio, compagine che milita nel campionato di Eccellenza per i suoi 50 anni di attività. Oltre ai taorminesi riconoscimento per la lunga attività sportiva per la Pro Mende Calcio e Casteltermini.

Benemerenza sportiva anche per il messinese Salvatore D’Arrigo segretario dell’Usd Ghibellina per i suoi 20 anni di attività in seno alla Società peloritana.

Ecco i premiati per quanto riguarda la Sicilia:

Società con 50 anni di attività: Casteltermini, Pro Mende Calcio e Taormina.

Dirigenti Federali con 20 anni di attività:

Vincenzo Milazzo – componente delegazione provinciale di Ragusa.

Massimo Neglia – Tecnico della Rappresentativa Regionale Calcio a 5 femminile.

Rosario Puglisi – fiduciario delegazione provinciale di Ragusa.

Dirigenti di Società con 20 anni di attività:

Filippo Ambra – segretario Real Aci.

Salvatore D’Arrigo – segretario Usd Ghibellina

Liborio Prestianni – Vice Presidente asd Castelbuono 1975.

L’intervento del Presidente Lnd – Carlo Tavecchio durante la cerimonia:”E’ consuetudine che in questa giornata si facciano delle considerazioni. Con la cerimonia delle Benemerenze viene riunito il vero volontariato del calcio: persone che hanno servito la causa con dedizione, competenza e senso del dovere. A servizio di un sistema che sta in piedi solo grazie alla loro opera. Viviamo in uno strano paese che sembra essersi dimenticato del ruolo fondamentale del volontariato. Sulle società non possono gravare tutte le incombenze e le responsabilità che ci sono oggi, dal fisco alla salute sino agli impianti”.