Con un super Di Bella, l’Akron Savoca espugna Palermo nella semifinale del Trofeo delle Provincie: 2-1 al Calcio Rangers.

Akron Savoca corsaro in quel di Palermo viola per 2-1 il rettangolo di gioco dei Rangers, mai battuti in casa nel corso di questa stagione. E’ stato un incontro avvincente con i ragazzi di mister Tusano che hanno giocato una partita coriacea e senza mai mollare fino alla fine del match.
Una buona squadra quella di casa, con una difesa attenta e di esperienza con un ottimo centrocampo che in più di un occasione ha messo in difficoltà capitan Rovito e compagni, costretti agli “straordinari” per limitare i rifornimenti per gli attaccanti di casa.

La gara: Il Rangers parte forte ma la difesa savocese si fa trovare preparata con Pantò che detta magistralmente i tempi e i vari Vollino, Spadaro C. e Danilo Impellizzeri che fronteggiano abilmente la veloce partenza degli attaccanti dei Rangers. Al 25’ l’Akron si rende protagonista di un’azione corale con Rovito e Perrone che scambiano a centrocampo mettendo Mangiò in condizione di tirare in porta dal limite dell’area. Sulla ribattuta, D’Amico spedisce la palla in rete complice una deviazione del difensore di casa Bonanno.
Il Rangers si riversa nell’area dell’Akron con gli ottimi Arcuri, Palazzotto, Calandra e Sanfilippo, autori di un buon fraseggio ma le cui conclusioni non impensieriscono più di tanto l’estremo difensore savocese. Al 33’ il portiere Di Bella compie un’autentica prodezza deviando in calcio d’angolo una conclusione ravvicinata di Matranga.

Che il secondo tempo sarebbe stata tutt’altra partita lo si capisce dalle prime battute di gioco, con i padroni di casa decisi a far proprio il risultato nonostante il momentaneo svantaggio. Il gioco s’incattivisce, e a centrocampo capitan Rovito subisce un “brutto colpo” che ne condizionerà la prestazione, pur rimanendo in campo fino alla fine. Al 55’ i Rangers pareggiano. Calandra conquista palla sul versante destro del campo e lancia Arcuri che salta Vollino e da distanza ravvicinata batte l’incolpevole Di Bella.
Gli ospiti appaiono per alcuni frangenti inarrestabili e al 60’ tentano di assestare il colpo vincente. Sanfilippo viene atterrato in area da Spadaro C. per l’arbitro è rigore con conseguente espulsione del difensore savocese. Batte lo stesso Sanfilippo ma Di Bella intuisce e compie il “miracolo” deviando la palla in calcio d’angolo. La splendida parata dell’estremo difensore savocese rinvigorisce i ragazzi del Patron Impellizzeri che nonostante l’uomo in meno si riprendono progressivamente il campo.
Pantò e compagni spostano in avanti la propria linea difensiva, Danilo Impellizzeri, Rovito, Perrone e D’amico lottano su ogni palla e all’80’ costruiscono l’azione del vantaggio. Scambio a centrocampo Perrone – Rovito con quest’ultimo che lancia l’ottimo Danilo Impellizzeri sulla fascia destra del campo, il quale salta l’uomo guadagna il fondo e mette un preciso assist in area per l’accorrente Vollino che con un imperioso stacco di testa, batte l’incolpevole Greco. Gli ospiti non rischieranno nulla fino a fine gara e portano a casa un risultato prestigioso e meritato sul campo con determinazione e concretezza.
Un mix di forza fisica ed atletica, con capitan Rovito, Pantò, Spadaro, Vollino e Impellizzeri in cattedra, ma anche di sagacia tattica, con il “vecchietto” Perrone e il “Bomber” Mangiò a dettare i tempi del gioco. Dopo la recente promozione in seconda categoria, l’Akron Savoca continua il cammino verso la finale del Trofeo delle Provincie  dov’è la sola squadra a rappresentare la Provincia di Messina. Un risultato questo, di per se’, già prestigioso che premia il lavoro del sodalizio del presidente Impellizzeri in una stagione che potrebbe ancora regalare la storica doppietta “Campionato-Coppa”.

Calcio Rangers 1 Akron Savoca 2

Marcatori: 25’ autorete di Bonannno , 55’ Arcuri , 80’ Vollino.
Calcio Rangers: Greco P., Pecoraro, Greco G., Bonanno, Trentacoste, Cimà, Arcuri, Palazzotto, Calandra ( 50’ Testa), Groffo (70’ Benthoumi), Sanfilippo.
Akron Savoca: Di Bella, Pantò, Spadaro C. , Spadaro M., Vollino, Impellizzeri, Perrone, D’Amico, Rovito, Mangiò (70’ Curcuruto), Spadaro A. (75’ Impellizzeri D.)
Arbitro: Marco Piscitello di Trapani.