Esordio di Coppa con il botto per lo Sporting Taormina: 6-1 in casa del Pistunina.

Nell’esordio ufficiale della stagione con la prima gara di andata di Coppa Itali lo Sporting Club Taormina fa capire subito le proprie intenzioni per la stagione sportiva 2014-15.

In primis mette in cassaforte il passaggio del turno rifilando un secondo 6-1 ai padroni di casa del Pistunina che resiste solamente per i primi 15’ poi crolla sotto i colpi della più quotato avversario sceso sul manto di Mili già in forma campionato che chiude la pratica nei primi 45’ di gara: al 28’ apre le danze Rasà abile a girare in rete un perfetto  assist di Emanuele. Il Pistunina subisce il colpo, dopo sei minuti arriva il 2-0 taorminese con una grande botta dai 20 metri di Mento con la sfera che si va ad insaccare alle spalle di Cisterna.

Nemmeno il tempo di riprendersi che arriva il tris: autore ancora Rasà si avventa sulla sfera proveniente dalla sinistra di Rapisarda mette al segno la sua doppietta personale. Si va al riposo con lo Sporting in vantaggio per 3-0. Il Pistunina  non pervenuto nella prima frazione di gara in balia del gioco avversario che prima si fanno pericolosi con Casella, poi colpiscono la traversa con Mento prima di andare a segno. Questo dice tutto sulla condizione mentale che fisica dei ragazzi di mister Nello Miano che  non poteva contare di giocatori di un certo spessore tecnico come Foresta e Fugazzoto (indisponibili) e dello squalificato Francesco Ingemi. Assenze importanti per il nuovo Pistunina.

Al rientro in campo l’undici di casa si presenta con dei volti nuovi: mister Miano lascia Munafò e Cardillo negli spogliatoi inserendo De Francesco e D’Angelo. Con il nuovo assetto tattico sembra un altro Pistunina che cerca di rientrare in gara. Possibilità che si rende ancor più difficile a partire dal 60’ quando i rossoneri di Velardo rimangono in dieci uomini per l’espulsione  per doppio giallo di Bonura. Nonostante inferiorità numerica il neo arrivato Salvatore Trovato mette a segno il gol della bandiera: azione che parte dal neo entrato D’Angelo passa per Minissale con il pallone che arriva a Trovato che fa partire un perfetto diagonale che lascia di sasso Gulisano.

Il gol dà coraggio alla squadra di Nello Miano, l’illusione di una possibile rimonta tramonta definitivamente al  77’ quando Cisterna è costretto ad atterrare il lanciato attaccante ospite Cristian Varrica subentrato da pochi minuti a Rasà.  Sul dischetto si presenta Casella ex Taormina che non lascia scampo al portiere rossonero.  Gara completamente chiusa per il Pistunina, anzi finita peggio visto che nei minuti di recupero subisce altre due marcature prima di Emanuele poi di Varrica che fissa il punteggio sul 6-1 per lo Sporting.

Per la cronaca prima del fischio d’inizio è stato osservato un minuto di raccoglimento per l’improvvisa scomparsa dell’ ex giocatore del Pistunina Carmelo Mobilia che ha indossato per diverse stagioni la casacca rossonera.

Pistunina   1   Sporting Taormina  6

Marcatori: 28’ e 34’ Rasà, 32’ Mento, 71’ Trovato, 77’ Casella su rig., 91’ Emanuele, 93’ Varrica

Pistunina: Cisterna, S. Munafò (46’ De Francesco), Campo, Bonura, Boemi, De Maria, Ginagò (62’ Cassisi), Angerame, Minissale, S. Trovato, Cardillo (46’ D’Angelo). Allenatore: Nello Miano.

Sporting Taormina: Gulisano, Mascali, Urso, Miceli, Stracuzzi, D. Trovato, Emanuele, Mento (70’ Mannino), Rasà (62’ Varrica), Casella (81’ Catania), Rapisarda. Allenatore: Marco Coppa.

Arbitro: Alessandro Maugeri di Acireale Assistenti: Santo La Rocca e Domenico Restuccia di Messina

Ammoniti: Casella e Rasà (Sporting Taormina), Angerame, Bonura, Cisterna e Boemi (Pistunina)

Espulso: 60’ Bonura.