L’Akron Savoca si aggiudica il derby 3-1 con il Calcio Sparagonà.

L’Akron Savoca si aggiudica il primo derby stagionale superando sul terreno amico per 3-1 il Calcio Sparagonà nella seconda gara del campionato di Seconda Categoria. C’era molta attesa per questa gara che ha richiamato sugli spalti del Comunale di Rina oltre 400 persone che hanno assistito ad un incontro  giocato correttamente da entrambe le formazioni che alla fine ha premiato i ragazzi di mister Sebastiano Perrone.
I protagonisti della prima storica vittoria casalinga per i savocesi, tre protagonisti della promozione: ovvero Danilo Impellizzerri che apre le marcature, Alessandro Impellizzeri cecchino infallibile dagli undici metri sigla il raddoppio, poi mette al sicuro il risultato Nico Rovito nella nuova veste di difensore.  Lo Sparagonà? Dopo aver osservato un turno di riposo alla prima giornata, era al debutto stagionale su un difficile terreno savocese, eppure i ragazzi di Enzo Famulari nei primi dieci minuti di gara hanno avuto il controllo del gioco con i savocesi più contratti, con il passare del tempo l’Akron prende più coscienza dei suoi mezzi, gradualmente prende in mano le redini del gioco, soprattutto nella chiave centrale del centrocampo.
Proprio da lì partono  le combinazioni tra Mastroieni – Mangiò- Alessandro Impellizzeri con l’inserimento di Danilo Impellizzeri. Su una di queste combinazioni  arriva il gol del vantaggio di Danilo Impellizzeri che tra l’altro ha sbagliato il raddoppio in almeno due occasioni. Si va al riposo con i padroni di casa in vantaggio per 1-0.

Nella ripresa sin dall’inizio i padroni di casa cercano il raddoppio sugli sviluppi di un calcio di punizione arriva l’opportunità su calcio di rigore decretato per fallo su Alessandro Impellizzeri che lo stesso protagonista trasforma. La reazione dei ragazzi di mister Enzo Famulari non tarda ad arrivare, dopo cinque minuti hanno la possibilità di poter accorciare le distanze su calcio di rigore: di fronte Giancarlo De Clò e Cosimo Cicala, fra loro due non ci sono segreti, visto che hanno giocato diversi campionati con la maglia dello Sportinsieme  Cosimo Cicala cambia repertorio tenta il cucchiaio alla Totti, l’esperto De Clò non abbocca sta fermo con la palla che gli arriva fra le braccia.  Nulla può dopo qualche minuto sul calcio d’angolo battuto direttamente in porta da Cicala che mette alle spalle del numero uno savocese.
La gara si riapre, le due formazioni si danno battaglia, i due tecnici effettuano dei cambi.  Il Savoca reclama un calcio di rigore per fallo su Alessandro Impellizzeri , non è dello stesso parere l’arbitro che   vede nel giocatore savocese una simulazione. Cartellino giallo (il secondo)  per Alessandro Impellizzeri che va anzitempo sotto la doccia. Il pressing del Calcio Sparagonà si fa più incessante con i padroni di casa in inferiorità numerica. Mister Perrone mette forze fresche in campo come Antonio Spadaro ottimo il suo spezzone di partita.  Mancano poco meno 10’ alla fine dagli sviluppi di calcio d’angolo arriva la zampata vincente del capitano Rovito che chiude in pratica il derby della Valle dell’Agrò che sorride ai savocesi a punteggio pieno che vale il primo posto in classifica.

Migliori in campo per il Savoca Danilo Impellizzeri e Giuseppe Mangiò. Nonostante il rigore sbagliato Cosimo Cicala il migliore nelle file del Calcio Sparagonà.

Fine gara con mister Sebastiano Perrone (Akron Savoca)- “ Sono contento per i ragazzi che hanno meritato la vittoria. La partita è stata preparata bene durante la settimana, cercando di curare tutti i dettagli possibili. Vittoria del gruppo ed ancora una volta i neo entrati hanno secondo me fatto la differenza in un momento difficile della partita. Le partite non si giocano e tanto meno si vincono in 11. Rimaniamo coi piedi ben saldati a terra, il nostro obiettivo rimane la salvezza tranquilla e in quest’ottica abbiamo ottenuto ulteriori 3 punti che ci fanno fare un ulteriore passicino verso la permanenza nella categoria. Sparagonà è un ottima squadra che sicuramente lotterà per la vittoria del campionato, ha delle individualità di categoria superiore, ha giocato una buona partita ma oggi noi siamo stati più bravi e attenti.