Serie D – La Parrocchia S. Alessio si conferma quarta forza del torneo (5-2) al Casalvecchio.

La Parrocchia S. Alessio vince 5-2 il derby con il Casalvecchio  si conferma quarta forza del campioanto. Dopo due vittorie consecutive si ferma il cammino della compagine casalvetina. I padroni di casa chiudono subito la gara, già al 20′ erano sul punteggio di  due a zero: apre l’instancabile Carmelo Lombardo,  al 23′ arriva il 2-0 di  Carmelo Bongiorno, sempre pronto alla copertura ma velocissimo sulle ripartenze.
Si ritorna in campo con la Parrocchia priva di Lombardo e Bongiorno sostituiti da Ciccio Giunta e Ciccio Sciarrone, nonostante le forze fresche arriva il gol del Casalvecchio che accorcia le distanze.  I casalvetini ci sono, compagine attenta con dei buoni giocatori e molto fiato, non ci sta a perdere, ma  subisce il 3-1 con un contropiede d’antologia di calcio a 5:  Bongiorno-Lombardo-Bongiorno-Lo giudice: gol. Una rete cosi veloce che persino l’arbitro e la panchina  hanno atteso qualche istante prima del fischio ed esultanza.
La squadra ospite però non molla e va di nuovo in goal siglando il 3-2. La Parrocchia  accusa il colpo, ecco la mossa di mister Scornavacchia che fa entrare il giocatore con la maglia numero 10 Roberto Nicotra, proprio il neo entrato conclude in rete una perfetta triangolazione per il  4-2. Infine è Carmelo Bongiorno a mettere i sigilli alla gara con un goal grintoso e austero che cala  definitivamente il sipario nel derby della Valle dell’Agrò. .
Il Casalvecchio ha combattuto con grande coraggio ed ha dimostrato gran carattere, un ottimo gioco non ha affatto sfigurato anzi in alcuni frangenti con il suo numero 7 (molto rapido e tecnicamente eccellente) ha messo in serie difficolta gli avversari. La Parrocchia nonostante il 5 – 2 finale è apparsa sottotono meno aggressiva in alcuni momenti poco reattiva.
Nel corso della gara la grande  sorpresa per gli sportivi alessesi l’ingresso in campo con maglia numero 75 del mister Piero Scornavacca accolto con un applauso dai giocatori e dal Presidente Carmelo Sterrantino.