Mandanici nuova capolista: la coppia Muzio-Carpillo fa piangere l’Alì Terme.

Mandanici sportiva è alle stelle!!! Davanti ad un cornice di pubblico delle grandi occasioni la compagine locale ha vinto il big-match con l’Alì Terme ed vola al comando solitario del campionato di Terza Categoria del Girone B del Comitato di Messina.
La coppia Muzio-Carpillo regala la gioia al Presidente Mario Carpo che tocca il cielo con un dito al 70’ quando Muzio si invola sulla fascia sinistra in velocità dà scacco matto alla retroguardia degli ex-compagni, appena in area fa partire un bolide con parata miracolosa di Micalizzi che respinge la sfera  che viene ripresa dallo scatenato Muzio che fa gonfiare la rete e far esplodere il Comunale mandanicese stracolmo di tifosi.
All’82’ arriva il raddoppio per i ragazzi di mister Carmelo Cacciola: cross perfetto di Andronaco per la testa dell’esperto attaccante Ciccio Carpillo che fa gioire nuovamente i propri tifosi.
Sembrava fatta per il Mandanici che nel finale, anzi al 95’ subisce il gol dell’Alì Terme su calcio di rigore: mischia in area mandanicese con intervento falloso su Vera con l’arbitro che indica il dischetto di rigore dove si presenta lo specialista Ivan Briguglio che accorcia le distanze, ma non consente agli aliesi di sperare ad un eventuale rimonta, dopo ben 7’ di recupero arriva il triplice fischio finale che fa volare il Mandanici in testa alla classifica con 23 punti distaccando i rivali di tre lunghezze.

La gara: Clima di grande festa prima della sfida tra le due capoliste del girone, sugli spalti pubblico delle grandi occasioni con bandiere, striscioni e palloncini, con lo speaker che annuncia i 22 beniamini in campo a ritmo di musica. In un clima festoso inizia la gara che vede subito gli ospiti a dettare il ritmo del gioco con Vera assolutamente protagonista con le sue ripartenze da lontano che mettono in difficoltà i padroni di casa.
I ragazzi di mister Carmelo Cacciola dopo la fase iniziale prendono le misure agli avversari, al 15’ assist di Carpillo per Di Blasi che dal limite tenta la via del gol, conclusione di poco fuori. Al 20’ calcio d’angolo di Tilenni per la testa di Ivan Briguglio di poco fuori. La gara è vivace, il Mandanici ci prova su due calci piazzati con Gianpaolo Agnone ma senza risultato. Al 25’ il direttore di gara espelle Di Blasi per fallo su Roma,adesso l’Alì è in superiorità numerica ma non riesce a sfruttare la nuova situazione tattica che porta alla fine della prima frazione sul punteggio iniziale di 0-0.

Nella ripresa le due squadre si affrontano a viso aperto alla ricerca del gol: ci prova Ivan Briguglio la cui conclusione è debole, stesso dicasi qualche minuto più tardi per Ciccio Carpillo. Prima del vantaggio di Muzio, le due squadre ritornano in parità numerica in seguito all’espulsione di Mento. Poi arriva il gol di Muzio, già precedentemente descritto. Sotto di un gol, l’Alì reagisce lasciando l’arma del contropiede ai padroni di casa come al 78’ quando Carpillo impegna severamente Micalizzi che poi si deve inchinare al 82’ al colpo di testa dell’attaccante furcese. Pressing finale aliese che prova con Vera al 87’ con tiro di poco fuori. Il gol aliese arriva su calcio di rigore a tempo ormai scaduto.

Ottima la direzione di gara dell’arbitro Giuseppe Garzo in una gara difficile da gestire.