Nel finale la capolista Camaro con Lucà espugna il terreno della Med. Nizza.

Scivola sempre più giù la Mediterranea Nizza sconfitta tra le mura amiche dalla capolista Camaro che espugna solo nel finale con Michele Lucà il Comunale Nizzardo.
Non era certamente questa la gara da vincere per i ragazzi di mister Carmelo Campailla, alla loro ottava sconfitta consecutiva, la quarta in casa, ma la precaria classifica (12 punti che equivalgono il penultimo posto in graduatoria, +1 dal Ramet )imponeva alla Mediterranea Nizza di fare punti. Il sogno sembrava realizzarsi riuscendo a tenere testa ai più quotati avversari fino al 78’ quando l’allenatore- giocatore nero verde decide l’incontro con un tiro da fuori area che non lascia scampo al numero nizzardo nizzardo.

Una vittoria per la capolista, la quinta consecutiva, non certamente brillante la prestazione, considerando che la compagine di casa di mister Campailla ha giocato a partire dal 26’ del primo in inferiorità numerica per l’espulsione di Saccà costretto a fermare la corsa del lanciato Buda con le maniere forti, inevitabile il cartellino rosso. La gara già difficile alla vigilia, si mette in salita per la compagine di mister Campailla che però mette fuori il proprio carattere riuscendo a tenere testa al Camaro che subisce due tentativi dei padroni di casa con Riposo e Speranza di poco fuori lo specchio della porta difesa da Fiorito.

Sono i primi della classe sin dalle prime battute a prendere le redini del gioco in mano, in avvio un tiro di Buda di poco alto con la risposta dei padroni di casa con il duo Briguglio-Scarci con quest’ultimo da pochi passi non riesce a deviare in porta. Dopo un avvio vivace, la gara nella fase centrale del primo tempo ristagna a centrocampo: si vedono solo iniziative su calci piazzati. Prima è la Mediterranea Nizza con il giovane Natale Speranza sfiora la traversa, sul versante opposto De Maria impegna Cisterna che devia in angolo. Al 26’ l’episodio dell’espulsione di Saccà che dovrebbe favorire il Camaro che però non riesce a rendersi pericoloso, solamente prima dell’intervallo con Cannuni conclusione controllata da Cisterna.

Nella ripresa, il Camaro scende in campo con l’intenzione di sbloccare il risultato ed inizia subito un pressing che costringe la Mediterranea Nizza ad arretrare un po’ il baricentro. Il Camaro va in gol al 55’ con Buda ma il direttore di gara annulla per fuorigioco. La Mediterranea chiude gli spazi, pronta a colpire in contropiede, ma al 60’ e 61’ rischia grosso su tiri di Buda e Cannuni con Cisterna ci mette una pezza. Scampato il pericolo, tocca ai nizzardi con Scarci a cercare la via del gol, ma il diagonale è di poco fuori.
Al 67’ viene espulso il giocatore del Camaro Russo, si ristabilisce la parità numerica in campo. La gara sembra scivolare sul pareggio, mister Lucà tenta la carta Rifici un’attaccante al posto di Bruno: passano pochi minuti ed arriva il gol che decide l’incontro: siamo al 78’ quando Michelè Lucà dalla distanza sorprende il giovane portiere Cisterna per il vantaggio del Camaro.
Brutto colpo per la Mediterranea Nizza che cerca di reagire, ma nulla può sull’esperienza dei giocatori del Camaro che controllano le sterili offensive dei padroni di casa che rischiano il 2-0 proprio allo scadere, su una ripartenza degli ospiti finalizzata in rete da Cannuni, ma sulla linea in recupero un difensore di casa salva la propria porta con Cisterna fuori causa.
Arriva il triplice fischio finale che manda ancor più giù la Mediterranea Nizza, mentre per il Camaro la vittoria vale un’allungo in classifica di +10 sulla coppia inseguitrice Atletico Messina e Atletico Taormina.

Mediterranea Nizza – Camaro 0-1

Marcatori: 78’ Lucà.
Mediterranea Nizza: Cisterna, Annone, Ispoto (39′ st G. Briguglio), Scarci, Speranza, Riposo, Scarcella (12′ st D’Urso), Di Bella, S. Briguglio, Saccà, Lipari (27′ st Pugliatti). All: Carmelo Campailla.
Camaro: Fiorito, Grasso (1′ st Li Mura), Bruno (31′ st Rifici), De Maria, Giglio, Lauro, Russo, Cardia, Cannuni, Buda, Ricciardo (21′ st Lucà).All: Luigi Cappello – Michele Lucà.
Arbitro: Fortunato Carmelo Papaseriodi Catania.
Ammoniti: 21’Ispoto,52’ Scarcella, 65’ Speranza (Mediterranea Nizza), 24’Russo,31’Grasso e 66’Lauro (Camaro).
Espulsi: 26’Saccà (Mediterranea Nizza), 67’ Russo (Camaro).