Giardini Naxos super: battuta la capolista Camaro 3-2.

Dopo otto risultati utili consecutivi (sette vittorie e un pareggio) cade la capolista al Comunale di Giardini. La squadra locale del Giardini Naxos compie l’impresa sul proprio campo (settima vittoria), gli applausi della propria tifoseria si mescolano  alle urla di giubilo che i diciotto “guerrieri” giardinesi esprimono compatti all’uscita del terreno  di gioco per aver portato a casa una vittoria memorabile, contro appunto la capolista del girone,  il Camaro.
Mister Francesco Brunetto, ha giocato le sue carte nel migliore dei modi impostando un match via via in crescendo e passando dalla reazione immediata per aver subito il gol dello svantaggio su calcio di rigore al 27’ ad opera di Buda. Il momento della svolta al 34’,  Spadaro in semi rovesciata gonfia la rete. Gli jonici diventano incontenibili sulle fasce con Cantarella e Ciaccio, mentre Montalto, Napoli e D’Allura erano sempre pronti a frenare qualsiasi iniziativa di ripartenza dei peloritani.
Forse gli ospiti hanno sottovalutato il Giardini e così sono trafitti. Il risultato poteva essere più ricco di gol se Bonanno, in giornata esaltante tra il 47 e il 51’ non sbaglia davanti alla porta due rete. Al 63’ ancora Spadaro, stavolta su rigore, trasforma nel vantaggio. Sugli ospiti pesano comunque le due espulsioni di Cardia e Ricciardo che hanno lasciato i suoi in inferiorità numerica.
Al 72’ Cappello su cross scheggia il palo. Al 75’ Castorina rafforza la vittoria con una “zampata” davanti alla linea. All’83’ Buda sbaglia il secondo rigore colpendo il palo. Al 95’ Lucà in mezza rovesciata segna la rete della consolazione personale.
GIARDINI NAXOS     3  CAMARO                   2

Marcatori: 27’ Buda su rigore; 34’ e 63’ Spadaro su rigore,  75’ Castorina, 95’ Lucà.

Giardini Naxos: Palmeri 7, Cubito 6,5, Campione 6,5, Montalto 6,5,Calabrese 6, Bonanno 6,5, Cantarella 7,5 (86’ Orefice s.v.), D’Allura 6,5, Spadaro 7,5 (65’Castorina 7), Napoli 6,5, Ciaccio 6,5. All. Brunetto.

Camaro: Fiorito 6,5, Cappello 6, Bruno 6 (33’ Li Mura s.v.), Durante 6, Giglio 6, Lauro 5, Morgana 6 (65’ Porcino 6), Cardia (76’ Lucà s.v.), Cannuni 6, Buda 7,5, Ricciardi 5. All. Cappello-Lucà. Arbitro: Mola di Acireale.