Francavilla a Mare: I cavalieri della sabbia danno spettacolo al Supermarecross.

Giornata fantastica a Francavilla al Mare per la seconda prova dei Campionati Internazionali d’Italia Supermarecross. Ben 89 piloti presenti e un pubblico eccezionale hanno sancito il successo, anche per quest’anno, della prova organizzata dal Moto Club Ferentum Francavilla.

Quest’anno il campionato è ben affollato di piloti in tutte le categorie, anche il livello si è alzato e le gare sono tutte combattute e spettacolari. Ne ha guadagnato lo spettacolo che a Francavilla c’è stato in tutte le fasi delle gare, regalando emozioni e applausi dal pubblico che anche in questa edizione è stato veramente fantastico e numeroso.

Nella Minicross, gara 1, parte subito al comando Emilio Scuteri, il calabrese è velocissimo, alle sue spalle Girolami tiene un buon passo ma dovrà cedere a Facca e a Ferla che transiteranno nell’ordine al traguardo. Nella seconda frazione stesso identico copione con Emilio Scuteri dimostratosi puro talento sulla sabbia che va a vincere anche gara 2. Facca si piazza secondo, alle sue spalle Girolami. L’assoluta di giornata vede così la vittoria di Emilio Scuteri (KTM-Wyss), seconda posizione per Alessandro Facca, terza per il siciliano Carmelo Ferla, quarta per Riccardo Girolami, quinta per il pilota ucraino Oleksandr Chura.

La prima gara della 125 vede lo scatto fulmineo di Ricciutelli che dovrà resistere agli attacchi di Luca Milani. Lentini intanto, dopo una brutta partenza, rimonta giro dopo giro e passa al comando ma poi incappa in una caduta, Lauretti a metà manche passa al comando, Lentini ci prova a tornare sotto ma Lauretti non si fa scappare la vittoria, terza posizione per Lippi. Il secondo via vede l’hole shot di Paolucci ma Lentini ha un ritmo infernale, scavalca il battistrada nelle ultimi fasi della manche e va a vincere, seconda piazza per Paolucci, terza posizione per Luca Milani. La classifica assoluta di giornata vede la vittoria di Alessandro Lentini (Husqvarna-Team Mototecnica-Sanix Up), seconda posizione per Riccardo Lauretti, terza per Simone Paolucci, quarta per Luca Milani, quinta per Luca Lippi.

MX2 con subito il giovane Furbetta che scatta in testa al primo abbassarsi del cancelletto, cade Berenati ma si rialza prontamente, alle spalle di Furbetta girano velocissimi Mancuso e Pezzuto, in quarta posizione transita Denti. Nel frattempo anche Furbetta cade e Mancuso ne approfitta per passare al comando, Pezzuto è secondo ma Furbetta non si dà per vinto ed attacca il piemontese guadagnando la seconda posizione. Dopo tutta questa bagarre la classifica di gara 1 vede primo Mancuso, secondo Furbetta, terzo Pezzuto, quarto Denti. Seconda partenza con sempre Furbetta al comando ma Pezzuto incalza, il ritmo si alza per il numero 878 al secondo giro passa in testa, anche Mancuso sorpassa Furbetta posizionandosi in seconda piazza. Mancuso forza il ritmo ma cade, perde posizioni, Furbetta recupera, intanto Pezzuto che era al comando cade anch’egli ed è costretto al ritiro, a questo punto Furbetta riprende la prima posizione e Denti la seconda, Mancuso a testa bassa riguadagna la terza piazza. La classifica di giornata vede, anche con i punti della Supercampione, al primo posto Joakin Furbetta (KTM-De Carli), seconda Antonio Mancuso (Honda-SRS Racing), terza Marco Denti, quarta Gianluca Di Marzantonio, quinta Alessio Monteleone.

All’abbassarsi del cancelletto della prima manche MX1 scatta subito al comando Marco Maddii seguito da Bertuccelli e Fontanesi. Bertuzzo intanto, dopo una caduta, è costretto ad una forsennata rimonta dalle retrovie. Maddii vince la gara con grande determinazione, Bertuccelli si accontenta della seconda posizione, terza piazza per Di Luccia, da segnalare la strepitosa rimonta di Bertuzzo che giunge quarto. La seconda gara MX1 vede Maddii e Bertuzzo a ruota fin dall’inizio, Bertuzzo attacca subito e passa al comando, è veramente veloce e preciso, Bertuccelli intanto al secondo giro sorpassa Maddii, mentre Di Luccia si rende protagonista di un volo spettacolare a ridosso del traguardo, per fortuna senza conseguenze, tanto da fargli riprendere il via. Bertuccelli nel frattempo gira fortissimo, rompe gli indugi e sorpassa Bertuzzo, Fontanesi è in quarta posizione. Bertuzzo non si dà per vinto e a due giri dalla fine riprende il comando e va a vincere, seguito da Bertuccelli e Maddii. La  classifica di giornata vede, con i punti della Supercampione, la vittoria assoluta di Marco Maddii (KTM-Maddii Racing), seconda posizione Giovanni Bertuccelli (Honda-Pardi Royal Pat), terza per Pierfilippo Bertuzzo (Yamaha-Italian Factory), quarta per Luca Fontanesi, quinta per Nicola Di Luccia.

Eccoci dunque al clou della giornata con la manche Supercampione. Hole-shot con relativo premio EVO Plus per Joakin Furbetta, Bertuccelli però passa al comando già nel corso del primo giro, seguito da Furbetta, terzo Maddii. La gara è molto tirata, i piloti specialisti della sabbia mostrano le loro doti su questo tipo di terreno e l’ultima gara resta sempre la più attesa.
Questa Supercampione si disputa su una pista piena di buche profonde e canali con traiettorie di ogni genere, è un vero spettacolo vedere i piloti dominare i cavalli delle proprie moto in questo inferno di sabbia. Bertucceli sembra imprendibile ma un volo pauroso gli rovina la festa, Giovanni si rialza prontamente ma ormai Maddii si invola verso la bandiera a scacchi per l’ennesima vittoria. Bertuccelli chiude secondo, Mancuso altro protagonista sempre presente nelle posizioni di testa con la sua MX2, conclude terzo, quarto posto per Furbetta seguito da Luca Fontanesi.

A Francavilla è andata in scena anche la seconda tappa del Supermare Quadcross. Nella categoria che vede riunita la Elite e la JF250, nella prima manche, scatta in testa Montalbini ma non passa un giro che Andrea Cesari prende le redini della corsa, primato che mantiene fino alla bandiera a scacchi, in seconda posizione rimane Montalbini, terza piazza per Ciceri, quarta per Mastronardi. Nella categoria JF250 vince gara 1 Paolo Galizzi, seconda posizione per Marco Michel Monti. E’ sempre Montalbini a rendersi protagonista del secondo via con uno scatto fulmineo, ma ancora una volta è Andrea Cesari a portarsi al comando della gara prendendo anche un bel vantaggio. Dietro di lui c’è bagarre, Montalbini vede l’avvicinarsi di Ciceri ma verso fine gara Mastronardi attacca nuovamente e si va ad inserire in terza posizione, tenterà l’attacco anche su Montalbini ma dovrà accontentarsi della terza piazza. Cesari, dunque, domina anche gara 2. Nella JF250 si riconferma protagonista il giovane Paolo Galizzi, in seconda posizione Monti, questa sarà anche l’assoluta di giornata. La classifica assoluta di giornata della Elite vede così la vittoria di Andrea Cesari, seconda piazza per Nicola Montalbini, terza per Simone Mastronardi.

Nella categoria Sport scatta al comando Gigli vi rimarrà per quasi tutta la gara, alle sue spalle un determinato Mattia Papa che all’ultimo giro sferra l’attacco e va a vincere gara 1, seconda posizione per Gigli, terza per Alessandro Fontanazzi. Gara 2 è veramente ricca di colpi di scena: parte in testa Fontanazzi, seguito da Gigli e Papa. Mattia Papa attacca e passa Gigli, passa anche Fontanazzi e ormai sembra involato verso la vittoria, all’ultimo giro causa un problema con un doppiato perde la prima posizione e non solo, taglia il traguardo settimo. A vincere è Alessandro Fontanazzi, seconda posizione per Gigli, terza per Gratani. L’assoluta di giornata vede l’affermazione di Alessandro Fontanazzi, seconda posizione Davide Gigli, terza per Mattia Papa.

Prossimo appuntamento con i Campionati Internazionali su sabbia Supermarecross è fissato per il 6 aprile a Bibione.