Serie D: Parrocchia sconftta dalla Nike Giardini. Non molla l’Akron Savoca. Il Casalvecchio vince il derby dell’Agrò.

La diciottesima giornata del campionato di Serie D maschile del Comitato di Messina ha dato i suoi primi verdetti, anche se mancano quattro gare al termine ha sancito la leadership sempre più solida della Nike Giardini che vanta ben cinque lunghezze di vantaggio sull’immediata inseguitrice l’Akron Savoca.
La compagine del Presidente – Tino Sturiale – ha superato il duro ostacolo della Parrocchia S. Alessio, con la maturità di una squadra che merita il primo posto in classifica: 18 vittorie su 18 gare, 164 gol fatti e 28 subiti. Un vantaggio di cinque lunghezze da difendere nelle prossime  gare con il Gallodoro e Team Scaletta (in casa), Alias e Akron Savoca  (fuori casa) per poter tagliare il traguardo della promozione in Serie C2.

La capolista va sotto per due volte con la Parrocchia che colpisce prima con Ezio Lo Giudice poi con Bongiorno. Nella ripresa i ragazzi di mister Miceli si ricordano di essere i primi della classe, cambiano registro rimontando lo svantaggio chiudendo con il punteggio di 5-2. I marcatori? Tripletta di Carmelo Intelisano e doppietta di Alessandro Puglisi.

Non molla l’Akron Savoca che passa sul difficile campo del Gallodoro, alla fine il punteggio sorride alla squadra di mister Arturo Carciotto (10-5). Per la cronaca la prima frazione di gara si era conclusa sul punteggio di 5-5. Il Gallodoro ha tenuto testa all’Akron dimostrando la voglia di vincere, desideroso di prendersi la rivincita dopo il pesante punteggio della gara di andata (18-0).  Per i padroni di casa, non contenti della direzione arbitrale, vanno a segno con il solito Roberto Merlino che buca per ben cinque volte la porta savocese. Per la vice-capolista ritorna al gol Ninnì Mazzeo (quaterna), Christian Messina tripletta per lui, doppietta di Mazzaglia e un gol di Davì.
Finale di gara un po’ surriscaldato con l’espulsione di Roberto Merlino per fallo di reazione: il giocatore di casa subisce un fallo da dietro, non punito dal direttore di gara, ecco che l’esperto Merlino  reagisce con un pugno al giocatore ospite che viene colpito in pieno viso: risultato dal referto ospedaliero 10  giorni di prognosi.  Una vittoria con la contemporanea sconfitta della Parrocchia porta l’Akron Savoca a +11 dalla terza forza del campionato.  Un distacco se rimane così fino al termine del campionato: niente disputa dei play-off qualificazione per i savocesi che affronteranno la vincente dei play-off del Girone A in campo neutro, la vincente sarà promossa in C2.

Vince il Team Scaletta (4-2) sul campo dell’Alias una gara equilibrata decisa nella ripresa quando sul punteggio di 2-2 arriva il gol di Domenico Cifalà che rompe l’equilibrio in campo. Le  altre marcature scalettese: tripletta di Dario Cifalà. Per i padroni di casa non sufficiente la doppietta di M. Bonarrigo.

Al quinto posto troviamo il Mongiuffi Melia (27 punti)  di mister Mario Curcuruto che vince sul campo del fanalino di coda Città di Roccalumera (8-2). Successo arrivato, grazie alle doppiette di Marcello Longo, Leonardo Lo Po’ e Intelisano. Un gol a testa di Cesareo e Danilo Trovatello.

In sesta posizione troviamo la Pgs Aliese che vince 8-2 sul campo del S. Alessio: tripletta di Roberto Carella e Romeo, poi completano la goleada Andronaco e Caruso. Per i padroni di casa vanno in rete il sempre verde attaccante Rosario Trischitta e Fabrizio Crupi.

Chiudiamo la giornata con il derby della Valle dell’Agrò: Limina – Casalvecchio (4-6). Una gara giocata con tanta intensità agonistica ma con sportività  vinta dai casalvetini che vanno in gol per ben due volte con Elia Crisafulli, poi un gol di Dario Cicala, Luca e Massimo Santoro e Carmelo Chillemi. I padroni di casa rispondono con Biella (doppietta), Sebastiano Saglimbeni e con un euro-gol di Francesco Bartolotta.