Massaggiatore colpisce l’arbitro con una borraccia: otto mesi e mezzo di squalifica.

Otto mesi e mezzo di squalifica. E’ quanto il giudice sportivo della Lega Nazionale Dilettanti di calcio ha inflitto a Francesco Scianna, massaggiatore della Gioventù Rodallese di prima categoria.
L’uomo, secondo il referto arbitrale, la scorsa settimana nel corso del derby con l’Agliè giocato a Caluso, avrebbe spintonato l’arbitro della gara fino a «lanciargli contro una borraccia piena d’acqua che lo colpiva al volto». A quel punto il direttore di gara «non ricevendo tutela alcuna dagli altri tesserati, fradicio d’acqua e frastornato per quanto stava succedendo non si sentiva più nelle condizioni minime di serenità e tranquillità necessarie per proseguire la gara e pertanto ne decretava la sospensione anticipata»
Il derby è stato sospeso al ventisettesimo minuto del secondo tempo sul punteggio di 1-0 per l’Agliè con la Gioventù Rodallese già in nove uomini. Il giudice sportivo ha decretato la vittoria 3-0 a tavolino a favore dell’Agliè, 300 euro di multa alla società Gioventù Rodallese e ha squalificato anche l’allenatore dei locali, Vincenzo Prago, fino al prossimo 30 maggio.