Dario Cicala come il suo Casalvecchio “soddisfatto” della prima esperienza nel Calcio a 5.

Uno dei protagonisti del campionato di Calcio a 5 con la maglia n.10 del Casalvecchio  è stato senz’altro il giovane Dario Cicala. Un bottino di 15 gol messi a segno ma con l’unico obiettivo portare sempre più in alto  il nome di Casalvecchio. Un team composto da un gruppo di amici con la stessa passione quella del  pallone.
Il giovane Dario Cicala, alla sua prima esperienza in un campionato di Calcio a 5, cresciuto calcisticamente in quello a 11 vestendo la maglia dello Sportinsieme, Santa Teresa Calcio, Akron Savoca e Calcio Sparagonà, è soddisfatto del suo campionato – ci ha dichiarato nel corso della nostra chiacchierata.
L’estate scorsa  il cuore lo ha portato nella squadra del suo paese, il Casalvecchio insieme ad altri amici intenti a riportare il calcio giocato nella cittadina collinare.
La prima d omanda che abbia rivolto al giovane Dario Cicala è stata:

Prima esperienza per il Casalvecchio in un campionato di Calcio a 5 possiamo affermare bilancio positivo? “Per la prima esperienza in un campionato di calcio a 5 possiamo affermare che il campionato disputato è stato ampiamente positivo, siamo cresciuti molto con tanto impegno è voglia di sorprendere”

Tu sei stato uno dei protagonisti della stagione sei soddisfatto delle tue prestazioni? “Sono molto soddisfatto della stagione disputata ho dato il mio contributo con 15 gol, spero di migliorare la stagione successiva”.

Secondo te alla fine la classifica rispecchia i valori in campo? “ Essendo alla prima esperienza riteniamo di aver superato le nostre aspettative iniziali con un pizzico di fortuna ed esperienza in più potevamo ottenere qualche punto in più”

Come è nata l’idea di passare dal Calcio a 11 a Calcio a 5? “L’idea e nata nel riportare il calcio a Casalvecchio,dato che una squadra di pallone manca da anni, grazie a Luca Santoro, Massimo Santoro, Domenico Comandare e tutta la rosa siamo riusciti nel nostro intento”.

Un’esperienza che pensi di fare anche la prossima stagione? “Si perchè portare avanti il progetto cercando di coinvolgere più persone possibili”.

Che tipo di ambiente hai trovato nel pianeta Calcio a 5? “Giocando sempre a calcio a 11,questa è la prima esperienza in un campionato di calcio a 5 mi sono trovato benissimo anche durante la settimana gioco spesso con gli amici”.

Come vedi il futuro del Calcio a 5 nella nostra riviera jonica? “E’ migliorato molto negli anni sta continuando a crescere, ogni anno è sempre più diffuso”.

Tu rispetto ai tuoi compagni hai concluso anzitempo il campionato  hai sofferto da fuori?  “Si ho sofferto molto saltando per squalifica due turni,ma manca ancora 1 giornata è spero di concludere al meglio questa stagione”.

Il momento più bello, più importante della stagione? “Il momento più bello è stato la prima giornata di ritorno  nel derby che  ci vedeva di fronte alla capolista Akron Savoca che all’andata ci aveva rifilato un pesante 15 a 0. Ci davano tutti per spacciati ma siamo entrati in campo con molta voglia di vincere è abbiamo tenuto testa a una delle squadre più forti,anche se abbiamo perso 3 a 2 all’ultimo minuto”.

Il gol della stagione che ricordi in modo particolare? “Il gol più bello ed importante è stato proprio con il Savoca,ma anche i 4 gol in una sola partita contro il Limina”.

Il tuo sogno nel cassetto? “Il mio sogno nel cassetto cercare di dare continuità al progetto ,magari un giorno centrare la promozione con la maglia del mio paese”.

Dopo l’esperienza nel calcio a 5, pensi di ritornare a calpestare nuovamente i campi di calcio a 11? “E’ tutto da vedere nulla è scontato. La mia intenzione è di giocare nel Casalvecchio il più a lungo possibile”.

Posso affermare che il Casalvecchio è un gruppo di amici con la passione del pallone? “Si possiamo affermare che il Casalvecchio ha creato un grande gruppo che va oltre al calcio giocato,siamo diventati una grande famiglia”.

Al termine di una stagione si fanno sempre dei ringraziamenti, tu chi vorresti ringranziare? “Ringrazierei prima di tutto Luca Santoro perchè non mi ha fatto mancare mai nulla, ci sostiene nei momenti difficili,ringrazio anche tutti i ragazzi,soprattutto Concetto Crisafulli che con impegno e dedizione ha sposato questo progetto”.

Il compagno di squadra che ti ha stupito? “Il compagno di squadra che mi ha stupito è stato Elia Crisafulli che con impegno è migliorato giorno dopo giorno che ha  contribuito con le sue prodezze e i suoi 15 gol a far vincere il Casalvechio.”

Grazie Dario per la tua disponibilità, grazie a te, se mi permetti  colgo l’occasione per salutare il mio mister nello Sparagona  Enzo Famulari,  il Ds Ernesto Sigillo,  il presidente Cosimo Scarcella,  tutti i ragazzi e  Orazio Vittorio.