Accordo raggiunto: si farà la “fusione” tra la Robur e il Letojanni.

Ci risiamo dopo 12 mesi a Letojanni si ripropone ancora una volta il dilemma di una eventuale fusione tra le due Società calcistiche cittadini: la gloriosa Asd Robur del patron Carmelino Laganà e l’Asd Letojanni del Presidente Antonino Lo Monaco.
In passato nonostante i vari tentativi, dei vari summit, è uscita sempre la fumata nera. Chissà se questa volta ci sarà l’intesa, i presupposti per intavolare l’iter per formare una unica “squadra”, unire le risorse economiche, in un momento di particolare crisi.
La scorsa stagione anche il primo cittadino Alessandro Costa aveva invitato le due Società alla “fusione”, ma il suo monito non aveva sortito gli effetti sperati: la Robur ha continuato il suo cammino nel campionato di Prima Categoria (una stagione in chiaro-scuro, alla fine è  arrivata la salvezza), il Letojanni in Seconda Categoria, un campionato non certo brillante.
Come un’anno fa, al termine del campionato, il Presidente della Robur – Carmelino Laganà – ha fatto presente la sua intenzione di lasciare “la sua creatura”, un amore viscerale verso i colori bianconeri roburini. Risultato? Sembra che il suo monito sia stato recepito, la scorsa settimana si sono incontrati i dirigenti della Robur e del Letojanni. Dal summit è uscita la fumata bianca: le parti hanno trovato l’intesa di una “fusione” delle due Società – come ha dichiarato il dirigente della Robur – Emanuele Savoca.
Questa volta sembra che non ci sia alcun dubbio la fusione si farà. Come si chiamerà la nuova Società? Chi sarà il Presidente? Chi allenerà? Quesiti che saranno risolti nei prossimi giorni: sembra che la squadra dovrebbe chiamarsi Robur Letojanni (per conservare la matricola di ben 60 anni di storia del sodalizio roburino con la partecipazione alla Prima Categoria), in alternativa “Città di Letojanni”. L’altra questione la carica di Presidente il favorito sembra essere Nino Lo Monaco nelle ultime due stagioni al timone del Letojanni.
La panchina? Con molta probabilità non sarà affidata né a Giovanni Ruggeri che nelle ultime stagioni ha allenato la Robur con la promozione dalla Seconda alla Prima Categoria, né Alessio Camarda sulla panchina gialloblù nelle ultime due stagioni. Entrambi al termine della stagione hanno dichiarato finito il loro rapporto con le rispettive società.
Anche se ancora è prematuro fare nomi, in attesa della ratifica della fusione (domanda da presentare entro il 5 Luglio),le strade portano ad un tecnico esperto che conosce bene l’ambiente sportivo letojannese ed ex giocatore della Robur