Il pivot Roberto Nicotra dalla Parrocchia alla Polisportiva S. Alessio nella doppia veste di giocatore-allenatore.

Allenatore-giocatore: in un sol colpo la Polisportiva S. Alessio di Calcio a 5 mette a segno un’importante colpo di mercato. Nei giorni scorsi è arrivata l’ufficialità dell’accordo raggiunto con il pivot Roberto Nicotra proveniente dalla Parrocchia S. Alessio.
Mette le basi per la prossima stagione la nuova dirigenza del Presidente – Antonino Nipo – per il campionato di Serie D maschile del comitato di Messina, affidando la gestione tecnica, possiamo dire le chiavi a Roberto Nicotra, il forte attaccante oltre al piacere, nonostante l’età non sempre verde, ha dalla sua parte la  passione di un ragazzino di scendere in campo, sarà anche la guida tecnica della squadra, sarà lui ad allestire l’organico per affrontare da protagonisti la prossima stagione.
Chi è Roberto Nicotra? Di origini napoletane, ma da diversi anni ormai siciliano doc, la sua passione per il pallone è nota a tutti: inizia la sua esperienza nella riviera jonica tre stagioni orsono con lo Sportinsieme sempre nella doppia veste di allenatore-giocatore: arriva un terzo posto finale, con il rammarico di aver perso nei play-off ai supplementari con il S. Teresa. Conclusa la stagione i giocatori del S. Teresa si sono trasferiti in quel di Savoca per iniziare un percorso calcistico, mentre Roberto Nicotra si trasferisce a S. Alessio sposando il progetto della Parrocchia S. Alessio prima con la squadra femminile poi con quella maschile. Nell’ultima stagione nella Parrocchia S. Alessio del Presidente – Carmelo Sterrantino – con in panchina Piero Scornavacca, il pivot Nicotra pur non giocando sempre, nelle sue apparizioni molti assist alla fine per lui solo 4 reti segnate.
Adesso il passaggio dalla Parrocchia S. Alessio ai cugini della Polisportiva S. Alessio, un’esperienza nuova, diciamo che Roberto Nicotra si è voluto rimettere nuovamente in gioco, non solo come giocatore ma soprattutto come “mister” dalla mentalità vincente, ma il suo unico obiettivo è fare crescere ancor di più il movimento del calcio a 5 che nella nostra riviera jonica è in voga da pochi anni, ma allo stesso tempo anche “vincere”.  Non sarà solo calcio a 5 rivolto ai grandi, il suo impegno con la Polisportiva lavorare con i “piccoli” grazie alla scuola calcio categoria “primi calci”.