Salvatore Caruso coordinatore nazionale Special Olympics Italia.

Salvatore Caruso è il nuovo coordinatore tecnico nazionale per il tennistavolo di Special Olympics Italia. Lo ha reso noto, nei giorni scorsi, l’Area Tecnica dell’importante organizzazione, impegnata da decenni nell’attività a favore della disabilità intellettiva.
Special Olympics, organismo internazionale riconosciuto dal C.I.O., presente in 170 paesi, è un programma di allenamento sportivo e di competizioni per le persone, ragazzi ed adulti, con disabilità intellettiva, che ha l’obiettivo di dare loro continue opportunità di miglioramento fisico e di crescita mentale, sociale e spirituale.
Caruso, 53 anni, maestro federale, è uno dei più apprezzati allenatori di tennistavolo in attività. Inizia la sua carriera sin dagli anni novanta chiamato a far parte, prima, della Commissione per la Formazione Giovanile Nazionale della F.I.Te.T., e successivamente della Commissione per la Formazione Allenatori. Negli anni ’93 e ’94 ricopre l’incarico di Direttore Tecnico del centro sperimentale per la nazionale giovanile della F.I.Te.T.,  per poi essere inserito nello staff del centro di Alta Specializzazione di Messina.
Sotto la sua guida si sono formati molti degli atleti peloritani che hanno conquistato il tricolore, come Giuseppe Lameri, Daniele Sabatino, Rocco Conciauro, Ileana Irrera, Claudia Minutoli, e tanti plurimedagliati giocatori che hanno dato lustro al tennistavolo messinese.
Da due anni, con la collaborazione di uno staff del quale fanno parte anche una neuropsicologa, una psicomotricista e un’assistente sociale, ha avviato il programma “S.A.E.F.” (Sport and Art Educational Foundation), sperimentato nel 2009 negli U.S.A.,
per lo sviluppo delle prestazioni cognitive in associazione alle attività di vita quotidiana.