Ben 35 i giocatori squalificati in promozione: cinque anni a Lo Giudice.

Provvedimenti disciplinare emessi dal Giudice Sportivo relativi alla  seconda giornata del campionato di Promozione stagione 15-16 giocata Sabato 19 e Domenica 20 Settembre.
Cinque anni di squalifica per Giuseppe Lo Giudice (Pol. Palma) fino al 20 Settembre 2020: “Per grave contegno minaccioso nei confronti dell’arbitro; nonchè, dopo l’espulsione, per avere colpito lo stesso con forza al volto provocando forte dolore e stordimento con conseguente sospensione definitiva della gara e ricorso a cure presso un Presidio ospedaliero dove veniva refertato con una prognosi di giorni otto, s.c.; Si dispone, altresì, a carico dello stesso, la preclusione alla permanenza in qualsiasi rango o categoria della FIGC ai sensi dell’art. 19, comma 3, del C.G.S.
Silvestro Cannizzaro e Andrea Pinto (Pol. Palma) squalificato fino al 31 Marzo 2016: Nel corso della notte successiva alla gara, recatosi, con altro calciatore della stessa Società e con persone non identificate, presso l’abitazione del direttore di gara, assumeva grave contegno offensivo e minaccioso nei confronti dello stesso, colpendo altresì con calci e pugni due autovetture del suddetto, ivi parcheggiate.
Otto Giornate:
Ruben Ruben (Atletico Gela): “Per contegno offensivo nei confronti dell’arbitro, a fine gara; nonché per avere afferrato con forza i polsi dello stesso”.

Cinque Giornate:
Gianfranco Melidone (Città di Mistretta) “Indebitamente inserito in distinta quale collaboratore, dopo l’allontanamento per proteste nei confronti dell’arbitro, assumeva contegno irriguardoso, offensivo e minaccioso nei confronti di un A.A”.
Quattro Giornate:
Paolo Randazzo (New Pozzalo) “Per contegno offensivo e minaccioso nei confronti dell’arbitro”
Marco Coniglio (Città di Catania): “Per contegno offensivo e minaccioso nei confronti di un A.A., a fine gara”.
Tre Giornate:
Dario Raineri (Bolognetta) “Per contegno irriguardoso ed offensivo nei confronti di ufficiali di gara, alla fine della stessa.
Antonio Mirabito (Città di Catania) “Per contegno irriguardoso ed offensivo nei confronti di un A.A., a fine gara”.
Due Giornate:
Ribaudo (Aragona), Di Blasi (Atletico Caltanisetta), Randazzo (Real Finale).
Una Giornata: Di Bartolo (Acquedolcese), Semprevivo (Adrano), Cappello (Ignazio), Conigliaro (Città di Carini), Pagliaro (Messana), Di Franco (Prizzi), Spoto (Aragona), Famà (Atletico Caltanissetta), Giarratana (Atletico Gela), Mantegna e Scro (Bolognetta), Sardina (Città di Casteldaccia), Tamburella (Città di Catania), Di Pietro (Città di Messina), Svezia (L’Iniziativa), Camiolo (Macchitella), Gulino (Marina di Ragusa), Pianese(Ragusa), Intorre e Lo Coco (Ravanusa), Di Scala (Real Finale), Jatta (Santa Croce).