1^ Cat. E – Barbagallo trascina il Calatabiano. S. Alessio, Robur e Giardini pareggiano. Sconfitto l’Atletico Francavilla.

Prima giornata in chiaro scuro per le compagini della riviera jonica nel campionato di Prima Categoria – Girone E. Tre pareggi (S. Alessio, Giardini e Robur) e una sconfitta pesante per l’Atletico Francavilla strapazzato dal Milo. Povera di emozioni la gara tra Russo Calcio e Giardini Naxos. Le matricole S. Alessio e Real Adrano alla fine si accontentano del pareggio. Recrimina la Robur per la vittoria mancata, il Randazzo pareggia su rigore al 91.
Apre la prima giornata l’Atletico Francavilla che perde seccamente 4-1 sul campo di Milo. Gli etnei sbloccano il risultato poco prima dell’intervallo con Ventimiglia che trasforma un calcio di rigore. Nella ripresa, altro rigore per i padroni di casa sbagliato da Leonardi abile a riprendere la ribattutta di Manitta ed insaccare in rete per il 2-0. Al 74’ ancora Ventimiglia va a segno per il 3-0 dei padroni di casa. All’84’ arriva il gol della bandiera della compagine alcantarina con Valerio Vaccaro. Con gli ospiti proiettati in avanti, in contropiede arriva il definitivo 4-1 del Milo ad opera di Contarino.
Un gol del centrocampista Garufi al 60’ illude il S. Alessio che subisce il gol del pareggio dopo cinque minuti ad opera di Anzalone che riporta il Real Adrano sul punteggio di 1-1. Al 75’ i ragazzi di mister Peppe Mancuso rimangono in dieci per l’espulsione del centrocampista Agatino Pistone per doppia ammonizione.
Un rigore assegnato ai padroni di casa al 93’ è trasformato da Scandurra, non fa gioire la Robur sul campo del Randazzo. La compagine letojannese  si era portata  in vantaggio al 31’ con il bomber Davide Principato. Quando la vittoria sembrava cosa fatta, arriva la doccia fredda del calcio di rigore a tempo praticamente scaduto che rimette in galla il club etneo del Randazzo.
Termina con un risultato ad occhiali la gara del Giardini Naxos impegnato sul campo ostico della Russo Sebastiano. Poche emozioni in una gara giocata principalmente nella zona nevralgica del centrocampo con i giardinesi che hanno cercato con fermezza la via del gol Varrica sul fronte opposto ci prova Napoli, alla fine è arrivata la divisione della posta.
Per quanto riguarda le altre gare del girone vittoria esterna del Calatabiano (4-2) sul campo del Città di S. Venerina con uno scatenato Barbagallo va in rete per ben tre volte: al 17’ con un perfetto diagonale, al 33’ errato disimpegno della difesa con l’attaccante ospite non si fa scappare la ghiotta occasione per mettere alle spalle di Patanè. Al 63’ sigla la tripletta su perfetto traversone di Vaccaro. La quarta rete del Calatabiano è opera del sempre presente Beccaria.
Nel finale arrivano le due reti dei padroni di casa: prima accorcia Raciti di testa, poi al 90’ sugli sviluppi di una punizione segna Strano. Da notare che sul 2-0 per il Calatabiano , al 58’ l’arbitro ha annullato un gol per presunto fuorigioco agli ospiti. Sotto di tre gol al 71’ il Città di S. Venerina ha la possibilità di accorciare le distanze su calcio di rigore fallito da Alfio Russo.
Falsaperla esalta l’Aciplatani con un gol siglato proprio allo scadere su calcio di punizione che condanna alla sconfitta il Città di Acicatena.
Vittoria esterna del Ciclope Bronte sul campo dell’Aci S. Filippo: apre le marcature al 24’ Bua, al 35’ arriva il pareggio dei padron di casa con Costanzo. Ancora ospiti in vantaggio al 58’ con Rufifno. Poi ci pensa al 74’ Pavone a far esultare i tifosi di casa che al 90’ vengono gelati dal gol di Ruffino, per il 3-2 finale.