La Messana si sblocca: meritato pari contro il Città di Messina

Primo storico punto in Promozione per la Messana, che cancella lo zero in classifica grazie al pari (1-1) nel derby del “Garden Sport” contro il Città di Messina. Gara di carattere per gli uomini di mister Peppe Furnari che, sotto di una rete all’intervallo (Ghartey), reagiscono nella ripresa e agguantano il meritato pareggio con un rigore di Costanzo.
Il tecnico giallorosso recupera Arrigo tra i pali; difesa a quattro con Alberto Furnari e Bertuccelli al centro, lo juniores Rifici a destra e il “motorino” Cucinotta a sinistra; Libro, Nunnari, capitan Lo Presti e l’ex Visconti a centrocampo, mentre in avanti Arena in coppia con Costanzo, al posto dello squalificato Pagliaro.
Primo Tempo: È proprio la Messana a macinare gioco in avvio di gara e, al 5’, va vicino al vantaggio con una punizione di Nunnari; Papale respinge, si avventa Bertuccelli, ma viene anticipato al momento di ribadire in rete. Il match stenta a decollare, si gioca soprattutto a centrocampo e di vere occasioni se ne vedono poche. Al 25’ Ballaro prova a svegliare la partita con una potente punizione dalla distanza, ma è bravo Arrigo a distendersi e deviare.
Quattro minuti dopo, ancora Ballarò avvia l’azione, porta palla e cerca la profondità, ma un rimpallo al limite dell’area ospite favorisce Ghartey, che si ritrova davanti ad Arrigo e realizza l’1-0. La Messana ci mette un po’ a riorganizzarsi e, al 33’, ancora Arrigo allontana l’insidiosa punizione dalla sinistra di Ballarò. Sul finire della prima frazione (45’) grande occasione per la Messana che, in mischia dopo una punizione di Libro, va alla conclusione con Furnari, Bertuccelli e Visconti, ma non riescono a insaccare, anche per un dubbio tocco con la mano di un difensore non ravvisato dall’arbitro La Rosa di Barcellona P.G..
Secondo Tempo:I giallorossi ci credono e, al ritorno in campo, mister Furnari rinforza l’attacco con Coppolino che prende il posto di Libro. La prima chance arriva già al 48’: ottimo il controllo al limite di Arena, che si gira, ma calcia alto sulla traversa. Il pari è rimandato solo di pochi minuti e, al 57’, su un lancio dalle retrovie, Campanella interviene di testa mandando la sfera sul braccio di Tiano e per il direttore di gara non ci sono dubbi: rigore. Dal dischetto si presenta Costanzo che realizza con qualche brivido: l’ex Papale, infatti, indovina l’angolo, tocca ma non trattiene e il pallone finisce in rete.
Gli ospiti insistono, mentre il Città, che perde D’Alessandro dalla panchina (allontanato), resta in dieci al 66’ per il secondo giallo a Tiano per fallo su Coppolino. Al 74’ ci prova di nuovo Arena che fa tutto bene, salta Fragapane, ma conclude fuori. È l’ultima vera occasione della gara, che non regala altre particolari emozioni: da registrare, all’84’, l’espulsione di Rifici (doppia ammonizione) che ristabilisce la parità numerica e, al 91’, un cross di Campanella sfiorato da D’Angelo che, però, Arrigo blocca con sicurezza.
Finisce così 1-1, con la Messana che conquista un prezioso pareggio esterno e, dopo due sconfitte consecutive, il suo primo punto in campionato. Dopo due giorni di riposo, la squadra si ritroverà martedì pomeriggio per preparare il prossimo match: sabato al “Marullo” sarà di scena il Città di Mistretta.
CITTÀ DI MESSINA-MESSANA 1-1

Città di Messina: Papale, Campanella, Busà, Barrilà (60’ D’Angelo), Tiano, Fragapane, Romeo, Ballarò, Codagnone (65’ De Salvo), Ghartey (76’ Galletta), Libro. All.: Basile
Messana: Arrigo, Rifici, Cucinotta, Libro (46’ Coppolino), Furnari A., Bertuccelli, Visconti, Lo Presti, Arena, Costanzo (79’ Bonaccorso), Nunnari (91’ Urso). All.: Furnari G.
Reti: 29’ Ghartey, 57’ (rig.) Costanzo
Arbitro: La Rosa di Barcellona P.G.
Assistenti: Falzone e Anile di Acireale
Ammoniti: Ballarò, D’Alessandro, Tiano, D’Angelo per il Città di Messina; Libro, Rifici, Bertuccelli, Lo Presti per la Messana.
Espulsi: 65’ Tiano (CdM), 84’ Rifici (M).
Recupero: 3’ e 4’.