B/1 – Intervista a Claudio Mantarro che ci svela i retroscena delle sue dimissioni con la vera cifra delle mensilità!!

Da poche ore si è dimesso il vice-allenatore della Mam Volley S. Teresa compagine  che milita nel campionato di Serie B/1 femminile , Claudio Mantarro. Il motivo? Di natura economica!! Non ci sono altri motivi che hanno indotto a prendere tale decisione l’allenatore che ha portato il Volley S. Teresa dopo 25 anni in B/1, ma solamente perché non sono state corrisposte delle spettanze economiche una parte della scorsa stagione, la mensilità  di Ottobre e  di Novembre dell’attuale campionato,per un’importo di mille euro.  Questa la cifra che il dimissionario Claudio Mantarro deve percepire dalla Mam Volley. Una vicenda che  poteva essere gestita in maniera diversa: “ senz’altro, ho chiesto più volte le mie competenze, si poteva gestire diversamente il tutto – ci dichiara Claudio  Mantarro –  mi potevano dare una data di pagamento, potevano darmi una parte, poi integrare il resto, niente di tutto questo, la risposta “siamo bloccati”.
La goccia che ti ha portato alle dimissioni? “ Quando ho detto che la cosa comincia a non piacermi mi è stato risposto testualmente: se non ti piace, te ne puoi andare”, così ho fatto”.
E’ vero che c’è stato un tentativo di ricucire il tutto? “Non ho ricevuta alcuna chiamata in nessuna forma da qualunque soggetto anche lontano alla Società”.
In queste ore si parla di cifre è contro cifre sul fronte della Mam Volley parla il Direttore Generale – Giuseppe Arpi – “La società le ha dato il contributo pattuito intorno al 7 Ottobre ed intorno al 7 Novembre,  del mese di ottobre mancavano 90 euro per un piccolo problema di liquidità”. Della mensilità della scorsa stagione Claudio Mantarro avrebbe, come ha dichiarato il Direttore Generale  un ‘titolo’ a garanzia”. Quindi nessun problema sul fronte societario.
Come stanno allora i fatti? Mister Mantarro ci può spiegare più dettagliamente l’intera vicenda, ma soprattutto la cifra economica spettante? “ Il mio accordo economico per la stagione 2015-16 concordata con il responsabile finanziario era di 500 euro per nove mensilità. Mentre della passata stagione la cifra da corrispondere era di 600 euro che sarebbe stata suddivisa nelle mensilità di Settembre e Ottobre”.
Dall’inizio della stagione ha ricevuto delle mensilità? “ Sì quella di Settembre con una parte della scorsa stagione”.
Quindi mancherebbe all’appello il mese di Ottobre (500 euro) + le 300 euro della scorsa stagione? “ Al 26 Novembre non si sono state corrisposte le 800 euro. Anzi per essere precisi, la Società ha provveduto al pagamento del mio cartellino per un importo di 110 Euro,  io ho provveduto all’anticipo di un bonifico di 70,00 Euro alla Società Data Project per l’abbonamento annuale al servizio videosharing, da tutto questo ne  consegue che dagli 800 Euro che mi spettano la Società di deve trattenere 40.00 Euro”.
Quindi se ho capito bene, la cifra ammonta a 760.00 Euro? “Si, se teniamo conto della mensilità di Ottobre e la parte della passata stagione”.
Come si arriva alla cifra di mille Euro? Se vogliamo essere precisi c’è la mensilità di Novembre che possiamo quantificare nella cifra di 250 Euro”.