1^ Cat. – Il Giardini gioisce nel derby con l’Atletico Francavilla. Karakiri della Robur in casa. Passo falso del S. Alessio.

Nell’ultimo turno di campionato, in Prima Categoria giunto alla decima giornata, continua il cammino da prima della classe del Calatabiano che non si fa sorprendere dalla Russo Calcio, in scia degli etnei il Giardini Naxos che si aggiudica di misura il derby della Valle dell’Alcantara con l’Atletico Francavilla. Perde in casa la Robur alla sua seconda sconfitta consecutiva questa a volta a violare il terreno del Mario Lo Turco è il Real Adrano (seconda vittoria esterna di fila per gli etnei). Non va oltre il pareggio il S. Alessio (il quarto su cinque gare disputate fra le mura amiche) con il fanalino di coda Aciplatani. Scivola in terza posizione il Ciclope Bronte fermato sul pareggio nel derby con il Randazzo, sale invece il Milo  che dilaga con l’Aci S. Filippo.
Statistiche: Una giornata in cui sono state segnate 17 reti, la gara con più reti Milo – Aci S. Filippo (5-1). Dopo otto giornate il miglior attacco spetta al Calatabiano (30 gol), il peggiore S. Alessio e Città di S. Venerina (7). La miglior difesa quella del Giardini Naxos (7) la peggior Aci S. Filippo (25). L’unica squadra ancora imbattuta il Giardini Naxos, stessa cosa dicasi per l’Aci S. Filippo che non conosce il segno X ( 3 vittorie e 7 sconfitte).
Le gare: La prima pagina merita senz’altro il derby Giardini Naxos – Atletico Francavilla: decide alla fine del primo tempo su calcio di rigore Cristian Varrica. Una gara con tutte le caratteristiche di un derby, combattuto fino alla fine, prima del fischio finale,  gli ospiti in inferiorità numerica sfiorano il pareggio con  Vaccaro. Quarta vittoria casalinga per la squadra giardinese che rimane in scia della corazzata Calatabiano che si sbarazza facilmente della Russo Calcio grazie al gol nei primi 45’ con un colpo di testa di Ruggeri. La supremazia arriva nella ripresa con un del solito Vaccaro e del bomber Barbagallo. Per quanto riguarda l’Atletico Francavilla, conferma sul campo del Giardini, la sindrome trasferta (quattro sconfitte su cinque gare disputate).
La terza forza del  torneo il Ciclope Bronte non va oltre il pareggio (1-1) nel derby in casa del Randazzo. Davanti ad un’ottima cornice di pubblico Ruffino illude il Ciclope al 38’ del primo tempo , nella ripresa il neo entrato Salvatore Calà fa gioire  padroni di casa. Alla fine di un derby emozionante le  due squadre si dividono la posta in palio,  ma nessuno è contento.
Irrompe nei piani alti il Milo che conferma la legge casalinda (5 su 5) che dilaga nella ripresa, grazie alla tripletta di Grasso che mette in sicurezza la gara che aveva visto in gol Leonardi (51’), il raddoppio di De Carlo (58’), poi arriva il gol ospite di Di Mauro che riapre la partita, senza fare i conti  con lo scatenato Grasso.
Non scherza il Real Adrano che sbanca Letojanni con un gol a metà della ripresa con Anzalone, al 90’ ci pensa Cortese. La Robur sbaglia troppo in difesa punita da un cinico Adrano in una gara mediocre che conferma il periodo non felice dei roburini alla loro seconda sconfitta consecutiva in casa, terza nelle ultime tre gare di campionato.
Il S. Alessio alla ricerca di punti salvezza, non va oltre il pareggio nell’incontro casalingo con l’Aciplatani: la gara si decide nel primo tempo al gol di Maimome al 15’ risponde Leonardi al 33’. Nell’intermezzo il rigore sbagliato dagli ospiti con Musumeci. Il S. Alessio al suo quarto pareggio casalingo su cinque gare disputate.
Fa un passo in avanti il Città di Acicatena che liquida con un secco 4-0 il Città di S. Venerina: Cannizzaro nel primo tempo dopo 5’ dal fischio d’inizio. Nella ripresa arriva la doppietta di Salvatore Anastasi e il gol di Ternullo.