Dalla stagione 2016-17 niente ripescaggi in Promozione. Si ritorna a 16 squadre.

Niente ripescaggi in Promozione. Da ben 16 retrocessioni ad appena 6. Nella prossima estate e questo campionato tornerà ad essere composto da 16 squadre per girone.
Alcuni mesi addietro, Santino Lo Presti, presidente del Comitato Regionale Figc, aveva ipotizzato la cancellazione di un girone di Promozione e si sarebbe passati da 4 a 3. Sarebbe stata la soluzione ideale. Perché si sarebbe innalzato il livello tecnico di un torneo che oggi corrisponde a ben “altre” categorie inferiori.
E tanto per fare qualche esempio, moltissime delle attuali formazioni militanti in Promozione, in campo regionale, non hanno vinto alcun campionato, ma hanno usufruito di ripescaggi e, per rimanere in ambito messinese, ci riferiamo, ad esempio, a Mistretta, L’Iniziativa, Acquedolcese, S. Filippo del Mela, persino l’attuale capolista Città di S. Agata è stata ripescata, e tante altre ancora.
Ma il presidente Lo Presti ha, poi, valutato diversamente la situazione (in passato Sandro Morgana ha parlato di danno economico rilevante per la Figc con un girone di Promozione in meno) e si è deciso ufficialmente di “tagliare” e ridurre drasticamente le retrocessioni.
In Promozione fino allo scorso anno, a retrocedere erano 4 squadre per girone e, quindi, 16 in totale (Ciappazzi, Stefanese, Montemaggiore, Campofelice, S. Filippo del Mela, Randazzo, Città di Randazzo e Aci S. Filippo, le retrocesse dai due gironi B e C). Da questa stagione, invece, retrocedono direttamente in Prima Categoria solo 4 squadre, ovvero, l’ultima classificata di ogni raggruppamento.
Poi, penultima e terzultima si affronteranno in un solo playout sul campo della migliore classificata. La vincente si salva. La perdente va ad affrontare una ulteriore gara, definita spareggio-retrocessione, in gara unica e in campo neutro (previsti supplementari ed eventuali rigori). La vincente si salva, la perdente va in Prima Categoria. Gli accoppiamenti sono: perdente girone A-perdente girone B, C-D. Quindi, ad esempio, in questo momento, con la situazione di classifica attuale, retrocederebbe diretta la Messana, mentre la perdente del playout Pistunina-Merì affronterebbe la perdente del playout Prizzi-Carini (girone A occidentale di Promozione).
Immutato, invece, come per le stagioni passate, il meccanismo delle promozioni e dei playoff. Di conseguenza, con appena 6 retrocessioni complessive dalla Promozione, con ben 8 retrocessioni (rimaste immutate) dai due gironi di Eccellenza) e le complessive 12 promozioni dalla Prima Categoria (le vincenti gli 8 gironi, più le 4 vincenti gli spareggi tra le otto vincenti i playoff) che diventano 13 con la vincente la Coppa Sicilia, ecco che, la Promozione 2015-16 avrà già un certo numero di esuberi, ma tra fusioni e rinunce si arriva tranquillamente all’organico di 64 squadre (4 gironi da 16) e, di conseguenza, l’obiettivo di eliminare del tutto i ripescaggi in Promozione sarà raggiunto tranquillamente.